Ucraina, Draghi: “Mantenere unità Ue su energia e accoglienza ucraini”

Il premier: "L'Italia sostiene pienamente l'Ue anche nella gestione della crisi migratoria. Questo è il momento della solidarietà"

newsby Redazione7 Marzo 2022



A Bruxelles, Mario Draghi, il presidente del Consiglio, ha preso parte a una dichiarazione congiunta assieme a Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione Ue. “L’Ue ha dato prova di straordinaria unità. Siamo uniti nel rispondere all’appello del presidente Zelensky che ci ha chiesto aiuti finanziari, umanitari e militari“, ha detto il premier. “Questa unità è la nostra principale forza ed è essenziale mantenerla” ha proseguito Draghi. Ha poi sottolineato che: “L’Italia sostiene pienamente l’Unione Europea anche nella gestione della crisi migratoria. Questo è il momento della solidarietà e dell’accoglienza, valori fondanti dell’Unione e principi che l’Italia mette in pratica da anni“.

“Italia lavora a ridurre la dipendenza del gas russo”


Draghi ha parlato anche degli sforzi che l’Italia sta portando avanti per rendersi indipendente dalla Russia dal punto di vista energetico. “L’Italia è al lavoro per ridurre in tempi rapidi la sua dipendenza dal gas russo. Sabato ho sentito al telefono l’emiro del Qatar, Al Thani, con cui ho discusso in particolare di come rafforzare la cooperazione energetica tra i nostri Paesi. Voglio ringraziare il ministro Cingolani,che è qui con me oggi, e il ministro Di Maio per il loro impegno su questo fronte” ha dichiarato Draghi.

Ucraina, von der Leyen: “Nessuna scappatoia, effetto delle sanzioni massimizzato”


Von der leyen è tornata a parlare delle sanzioni contro la Russia. “Dobbiamo fare in modo che non ci siano scappatoie e che l’effetto delle sanzioni sia massimizzato. Le sanzioni in atto stanno davvero mordendo, vediamo le turbolenze sull’economia russa” ha dichiarato. “L’evoluzione della situazione in Ucraina e l’attacco sconsiderato del Cremlino a cittadini, donne, bambini, uomini ci ha portati a lavorare anche su ulteriori sanzioni” ha poi aggiunto.

Catasto, Draghi: “Nuove imposte sulla casa? Nessuno pagherà più tasse”


Commentando l’eventuale aumento dell’imposizione fiscale sulla casa (dovuto alla riforma del catasto), Draghi ha dichiarato alla stampa che “nessuno pagherà più tasse”.

“Mosca vuole instaurare un governo amico a Kiev”


Parlando della guerra in Ucraina, Draghi ha osservato che “finora la soluzione diplomatica non ha dato alcun frutto, la determinazione della Russia è chiarissima ed è andare avanti e procedere finché il Paese non si sia arreso. Probabilmente instaurare un governo amico e sconfiggere la resistenza. Di un ulteriore pacchetto di sanzioni “non ne abbiamo parlato ma altre sanzioni non sono escluse”.

Draghi, siparietto a Bruxelles: “Vedo scritto ‘commissione’ ma non mi hanno ancora assunto”


Prima dell’inizio della dichiarazione congiunta, Draghi è stato anche protagonista di un piccolo siparietto. “Vorrei dire una cosa prima di cominciare, qui c’è scritto ‘Commissione europea’, ma non mi hanno assunto. Sono Mario Draghi e sono italiano“.


Tag: GuerraMario DraghiRussiaUcrainaUrsula Von der Leyen