Stati generali, al via la seconda giornata a Villa Pamphili

Nella giornata di oggi parteciperà anche Vittorio Colao. Landini, Furlan e Barbagallo salutano i cronisti dal balcone del Villino Algardi

Stati generali, al via la seconda giornata a Villa Pamphili
Newsby Redazione 15 Giugno 2020

Proseguono, a Villa Pamphili, i lavori nella seconda giornata degli Stati generali dell’Economia, indetti dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. L’obiettivo della serie di appuntamenti in programma in questi giorni è “Progettiamo il Rilancio“. Oggi, è il giorno dedicato agli incontri con i rappresentanti delle Istituzioni e delle organizzazioni sindacali. I segretari di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, sono entrati in auto. Successivamente si sono affacciati al balcone del Villino Algardi e hanno salutato i cronisti.

Stati generali, al via la seconda giornata a Villa Pamphili
Stati generali, seconda giornata a Villa Pamphili

Oltre a loro, farà il proprio esordio pubblico Vittorio Colao, che ha guidato la task force istituita proprio da Conte e che ha redatto il “Piano Colao“. Stando a quanto si apprende, il presidente del Consiglio avrebbe ringraziato il manager e tutta la task force per il lavoro “di ampio respiro” effettuato.

Stati generali, Conte ai sindacati: “Nuovo decreto per ulteriori 4 settimane di Cig”

Nel corso degli incontri con i sindacati, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha fornito rassicurazioni per quanto riguarda il prolungamento della cassa integrazione. “L’obiettivo del governo è garantire la Cig a tutti i lavoratori, per tutto il tempo che sarà necessario in questa fase. Per questo abbiamo predisposto un decreto legge, che adotteremo oggi stesso in un Cdm a margine degli incontri, grazie al quale le aziende e i lavoratori che hanno esaurito le prime 14 settimane di Cig potranno chiedere da subito le ulteriori 4 settimane approvate dal dl rilancio“, le sue parole. E ancora: “Abbiamo già in cantiere progetti specifici come la riforma e la semplificazione degli ammortizzatori sociali, la rimodulazione in chiave di politica attiva degli strumenti di sostegno, il rinnovo della disciplina della Naspi“, ha aggiunto Conte.

Impostazioni privacy