Salvini: “Per la flat tax i soldi ci sono, costa come il reddito”

Salvini: "Non ho contatti con politici russi da anni. Spero che la sinistra non passi 30 giorni a parlare di altro"

newsby Redazione19 Agosto 2022



Prima di entrare in una sede dell’Avis di Milano per donare il sangue, Matteo Salvini ha risposto alle domande dei giornalisti durante un punto stampa. Tra gli argomenti trattati c’è anche la flat tax, uno dei cavalli di battaglia della coalizione di centrodestra. “Stiamo preparando una proposta concreta e definitiva di flat tax, di taglio delle tasse. Oggi una tassa al 15% aiuta già 2 milioni di lavoratrici e lavoratori con partita Iva, il progetto della Lega è di estendere questa tassa al 15% ad altri lavoratori autonomi e nei prossimi mesi anche ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e alle famiglie. Il costo è sostanzialmente identico a quello del reddito di cittadinanza“, ha spiegato il segretario della Lega.

Russia, Salvini: “Non ci vado da anni e non ho nessun contatto”


Dopo il polverone sollevato dalle dichiarazioni di Dmytri Medvedev, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Enrico Letta, il segretario del Pd, ha ricordato che nel 2017 la Lega ha firmato un accordo con Russia Unita, il partito di Vladimir Putin. Era quindi inevitabile che Salvini affrontasse la questione durante il punto stampa. “Non vado in Russia da anni e non ho contatti con politici russi da anni. Mi occupo di Italia. Spero che la sinistra non passi 30 giorni a parlare di altro, di marziani o di insulti. Io, a differenza della sinistra, non ho mai stretto accordi economici di nessun tipo con nessuno“, ha affermato. “La Russia non influirà minimamente sul voto degli italiani“, ha aggiunto il segretario leghista, “sceglieranno operai casalinghe, studenti e pensionati con la loro testa. Se veramente a sinistra c’è qualcuno che pensa che i Paesi stranieri possano condizionare il voto degli italiani manca di rispetto agli italiani“.

Elezioni, Salvini: “Oggi chiudiamo liste, io corro a Milano”


Salvini ha poi parlato delle liste. “Dopo aver donato il sangue, vado in ufficio e oggi chiudiamo le liste. E penso che saranno delle belle liste. Io sarò orgogliosamente candidato nella mia Milano“. “Bossi?“, ha risposto ai cronisti il leader del Carroccio, “Se vorrà il suo posto alla Camera è garantito in provincia di Varese e nessuno glielo tocca“.

“Spero che la Lega traini il centrodestra”


Io ho sempre l’ambizione, la speranza e la convinzione che la Lega possa essere il traino di questa squadra di centrodestra“, ha poi dichiarato Salvini, rispondendo ad alcuni cronisti sui sondaggi in vista delle politiche. “Com’è giusto che sia“, ha aggiunto, “chi prende un voto in più avrà l’onore di prendere per mano questo Paese. Lasciamo scegliere gli italiani non qualche giornalista o qualche sondaggista. Gli italiani il 25 settembre sceglieranno e io penso che sceglieranno bene“.

 


Tag: CentrodestraElezioni 2022Matteo Salvini