Roma, Gualtieri: “Giusto non chiudere le scuole. I ragazzi hanno già pagato”

Il sindaco di Roma non ha dubbi in merito a un ritorno in presenza a scuola: "I nostri ragazzi hanno già pagato dei prezzi pesantissimi"

newsby Redazione4 Gennaio 2022



Il ritorno tra i banchi resta previsto tra il 7 e il 10 gennaio. A favore di un rinvio di 20-30 giorni, si era espresso il presidente della Campania De Luca con la speranza di raffreddare il picco dei contagi. Ma, nonostante l’impennata dei contagi e la corsa della variante Omicron, l’esecutivo ha intenzione di mantenere la data del 10 gennaio per il ritorno degli studenti dietro banchi di scuola. Della medesima opinione è il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, come ha sottolineato a margine della commemorazione del 78° anniversario dalla deportazione di cittadini romani durante il nazifascismo.

Gualtieri: “È giusto non chiudere le scuole

È giusto non chiudere le scuole, i nostri ragazzi hanno già pagato dei prezzi pesantissimi e non possono pagare ancora per chi non si vuole vaccinare“, ha detto il sindaco Gualtieri. “Stiamo monitorando i contagi in Ama e Atac e i numeri sono sotto controllo, le aziende stanno implementando i protocolli di sicurezza“, ha dichiarato il sindaco di Roma. “Il governo fa bene ad andare verso il green pass rafforzato sul lavoro, bisogna che tutti si vaccinino“, ha aggiunto Gualtieri. Sul nuovo stadio della Roma Gualtieri ha aggiunto: “Siamo pronti e disponibili ad incontrare i Friedkin. Ci sono stati già dei contatti“.

 

 

 


Tag: Green passRoberto GualtieriScuolaVincenzo De Luca