Nato, Draghi: “Qui per riaffermazioni alleanze e importanza UE”

"Summit parte di processo ricostruzione" relazioni "fondamentali per Usa"

newsby Giulia Torbidoni14 Giugno 2021



Mario Draghi, il presidente del Consiglio, si trova a Bruxelles per partecipare al primo Summit della Nato da quando Joe Biden è diventato il presidente degli Stati Uniti. “Questo Summit è una continuazione del G7 di ieri. Fa parte del processo di riaffermazione e di ricostruzione delle alleanze fondamentali degli Stati Uniti che erano state indebolite dalla precedente amministrazione. Pensate che la prima visita del presidente Usa (Joe) Biden è in Europa, provate a ricordarvi dove fu la prima visita del presidente (Donald) Trump. Quindi, siamo qui per la riaffermazione di queste alleanze, ma anche per la riaffermazione dell’importanza dell’Ue in tutto ciò. Una Ue più forte significa una Nato più forte“, ha dichiarato il premier prima di prendere parte al vertice.

Vertice Nato, Stoltenberg: “Viviamo in un’era di grandi sfide”

Al Summit della Nato hanno preso parte 30 Capi di Stato. “È una gran cosa rivedersi di persona di nuovo. Europa e Nordamerica non sono soli“. Lo ha dichiarato Jens Stoltenberg, il segretario generale della Nato. “I 30 Paesi attorno a questo tavolo sono tra le democrazie più forti del mondo, rappresentano quasi 1 mld di persone e metà  dell’economia mondiale. Raccolgono oltre metà della forza militare  mondiale: quando stiamo insieme, possiamo superare qualsiasi minaccia  alla nostra sicurezza“. “Viviamo in un’era di grandi sfide”, ha aggiunto Stoltenberg. Il segretario generale ha portato come esempi la “competizione globale, il terrorismo, l’instabilità regionale, i cyber attacchi e il cambiamento climatico“. Ha poi ricordato che “nessun continente e nessun Paese può affrontare queste sfide da solo“.


Tag: Joe BidenMario DraghiNato