Meloni: “Fino al negoziato daremo ogni aiuto militare a Kiev”

[scYT IdVideo=”cAu25l8v_es”]

Nel corso della conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, la premier italiana Giorgia Meloni ha dichiarato che “l’Italia darà ogni possibile assistenza perché si creino le condizioni di un negoziato tra la Russia e l’Ucraina, ma fino ad allora darà ogni genere di supporto militare, finanziario, civile. Chi sostiene anche militarmente l’Ucraina è chi lavora per la pace“.

Meloni: “Pace? L’iniziativa deve partire da Zelensky”

[scYT IdVideo=”CneDConZdeE”]

La premier ha aggiunto che “una pace vera si consegue ribadendo che la comunità internazionale non accetta l’invasione di Stati sovrani, non accetta un mondo in cui è la forza a ridisegnare i confini fra gli Stati, in cui chi ritiene di essere militarmente più forte ritiene di avere il diritto di invadere suo vicino. Bisogna essere seri su questa materia. Niente deve essere deciso senza l’Ucraina, su questo dobbiamo essere d’accordo, e per questo è fondamentale che l’iniziativa parta dal presidente Zelensky“.

Ucraina, Meloni: “L’Italia non tentennerà”

[scYT IdVideo=”8cbIsTpxKE0″]

Ho ribadito il pieno sostegno dell’Italia di fronte all’aggressione Russa, l’Italia non intende tentennare e non lo farà. È passato quasi un anno dal giorno che ha riportato le lancette della storia indietro di qualche decennio, l’invasione sarebbe dovuta durare qualche giorno ma non è andata così perché è stata sottovalutata l’eroica reazione di una nazione disposta a tutto per difendere la sua libertà, identità e sovranità“, ha proseguito Meloni.

“Per ora non c’è sul tavolo l’invio di aerei”

[scYT IdVideo=”g5u2qWfsPEU”]

La premier ha poi dichiarato che “quando c’è un aggredito tutte le armi sono difensive. Al momento non c’è sul tavolo l’invio di aerei, è una decisione da prendere con i partner internazionali. Ci siamo concentrati su sistemi di difesa antiaerea, Samp-T, Spada, Skyguard. La priorità è difendere infrastrutture e cittadini“.

“La maggioranza è compatta al di là alcune dichiarazioni”

[scYT IdVideo=”GCFEya4_snI”]

Per quanto riguarda l’unità della maggioranza, Meloni ha dichiarato che “per me valgono i fatti e qualsiasi cosa il Parlamento è stato chiamato a votare a sostegno dell’Ucraina i partiti che fanno parte della maggioranza l’hanno votata. Al di là di alcune dichiarazioni, nei fatti la maggioranza è sempre stata compatta. C’è un programma chiaramente schierato, è sempre stato rispettato da tutti e confido che sarà ancora così“.

Zelensky: “La casa di Berlusconi non è mai stata bombardata”

[scYT IdVideo=”U2gfeg3HHVI”]

Nel corso della conferenza stampa, Zelensky ha risposto alle recenti dichiarazioni di Silvio Berlusconi, piuttosto critiche nei suoi confronti. “Diversi leader hanno diritto di pensiero, il vero problema è l’approccio della società italiana che a quel leader ha dato un mandato. Io credo che la casa di Berlusconi non sia mai stata bombardata, mai siano arrivati con i carri armati nel suo giardino, nessuno ha ammazzato i suoi parenti, non ha mai dovuto fare la valigia alle 3 di notte per scappare e tutto questo grazie all’amore fraterno della Russia. Io auguro pace a tutte le famiglie italiane, anche a chi non ci sostiene, ma la nostra è una grande tragedia che va capita. Voglio che vengano qui a vedere con i propri occhi la scia di sangue che hanno lasciato“.

Impostazioni privacy