M5S, Rousseau cede i dati degli iscritti. L’addio di Davide Casaleggio

Grazie all’intervento del Garante della Privacy, Giuseppe Conte e Davide Casaleggio hanno trovato un accordo. Mentre l’ex premier si è impegnato a “onorare i debiti” nei confronti dell’Associazione Rousseau, il proprietario della Casaleggio Associati ha formalizzato la consegna dei dati degli iscritti

M5S, Rousseau cede i dati degli iscritti. L'addio di Davide Casaleggio
L'ex premier Giuseppe Conte (foto tratta dal sito della Presidenza del Consiglio dei ministri)
newsby Alessandro Bolzani6 Giugno 2021


Il Movimento 5 Stelle (M5S) sembra pronto a voltare pagina e a scrivere un nuovo capitolo della sua storia. Grazie all’intervento del Garante della Privacy, Giuseppe Conte e Davide Casaleggio hanno trovato un accordo. Mentre l’ex premier si è impegnato a “onorare i debiti” nei confronti dell’Associazione Rousseau, il proprietario della Casaleggio Associati ha formalizzato la consegna dei dati degli iscritti. Secondo alcune indiscrezioni, l’accordo sarebbe stato chiuso con una cifra attorno ai 250mila euro. Al posto della piattaforma Rousseau, il M5S dovrebbe usare quella fornita da Isa srl, una società con sede a Viterbo. Non si tratterà dell’unico cambiamento. Il “nuovo” Movimento dovrebbe essere molto più simile a un partito tradizionale, con tanto di sede fisica (a Roma, a breve distanza da Montecitorio), segreteria e scuola di formazione ad hoc.

Conte: “Il M5S entra in una nuova storia”

Il tempo dell’attesa e dei rinvii è finito, il M5S entra, forte delle sue radici, in una nuova storia”, ha scritto Conte in un post su Facebook. “Giugno segna l’inizio del nostro ‘secondo tempo’: siamo finalmente in possesso dei dati degli iscritti ed è stato raggiunto l’accordo con l’associazione Rousseau. È stato un lungo confronto, ma sono contento di poter dire che ogni parola, ogni telefonata e discussione avuta in queste settimane è una pietra che poggiamo alla base del nuovo progetto politico. Ringrazio in particolare Vito Crimi, con cui abbiamo concordato un cronoprogramma e che in questo periodo non si è mai risparmiato. Nei prossimi giorni il progetto politico sarà rivelato e discusso: gli iscritti, con il loro entusiasmo e con le loro decisioni, saranno il motore principale che ci guiderà in questa avventura”, ha aggiunto l’ex premier.

Ci prendiamo solo qualche giorno per verificare i dati e disporre tutte le attività preliminari alle operazioni di voto. Subito dopo presenteremo il nuovo Statuto e la Carta dei principi e dei valori: sarà aperta una fase per le osservazioni degli iscritti ed entro la fine di questo mese ci sarà la pronuncia con un voto online prima sullo statuo e successivamente sul nuovo leader del M5S. È tempo di guardare avanti, adesso. È tempo di essere realisti, ma anche di lavorare per ‘realizzare l’impossibile’: abbiamo un Paese e un futuro a cui dedicare le nostre più preziose energie”, ha concluso Conte.

L’addio di Davide Casaleggio

In seguito all’accordo, Davide Casaleggio ha annunciato sul blog delle Stelle la propria intenzione di disiscriversi dal M5S. “Abbiamo costruito un modello di cittadinanza attiva che oggi è considerato tra i migliori 5 al mondo e ne sono profondamente orgoglioso. Il percorso della partecipazione dal basso continuerà lungo la strada che abbiamo tracciato mantenendo l’integrità, la coerenza e la solidità morale che abbiamo sempre coltivato, nei mille modi in cui sarà possibile. Questo non è più il MoVimento e sono certo non lo avrebbe più riconosciuto nemmeno mio padre”.


Tag: Giuseppe ConteM5s