Governo, Calenda: “M5s scelga se stare dentro o fuori”

Calenda ha definito "insopportabili" e "poco serie" le ultime dichiarazioni di Giuseppe Conte, il leader del M5S

newsby Redazione13 Maggio 2022



A margine degli stati generali della natalità a Roma, Carlo Calenda, il leader di Azione, ha parlato del Movimento 5 Stelle e dei suoi rapporti burrascosi con l’attuale esecutivo. “Un governo che ha ricevuto la fiducia del parlamento fatto di eletti, e questa fiducia è stata data anche dal M5s, è un governo che ha un pieno mandato popolare. La linea di Draghi è chiara e l’ha espressa anche negli Usa: ricerca di un cessate il fuoco, nessuna pretesa di rimuovere Putin, nessuna escalation. M5s deve scegliere se stare fuori o dentro il governo, questa sorta di penultimatum di Conte è insopportabile e poco seria. Ci sono due adulti che governano e dei ragazzini che cercano di raccattare quattro voti nelle frange di dissenso ma senza avere il coraggio di staccare la spina al governo. Voto anticipato? Mi sembra il momento opportuno per affondare definitivamente il Paese“.

Stati generali natalità, Calenda: “Figli? Bisogna far uscire i giovani di casa e dargli dei soldi”


Per quanto riguarda il calo demografico, Calenda ha provato a proporre alcune soluzioni. “Bisogna dare una risposta all’emergenza della natalità per un discorso di sicurezza nazionale. Non tanto per il tema del sistema pensionistico ma perché non riusciremo a sostenere il sistema sanitario. Ci troveremo a spendere circa l’8% del Pil per l’assistenza alle malattie croniche. Il sistema non reggerebbe. Bisogna fare uscire i giovani di casa e dargli dei soldi per fargli fare figli. Avevamo proposto un taglio delle tasse per i giovani ma gli altri partiti se ne sono fregati. Se non si farà questo non usciranno di casa e non faranno figli“.


Tag: Carlo CalendaGiuseppe ConteMario DraghiMovimento 5 Stelle