Elezioni, Renzi: “Letta fa campagna a tempo pieno per la destra”

Le parole del leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a margine dell'evento 'Discorso su Milano' al teatro Franco Parenti

newsby Alessandro Boldrini7 Settembre 2022



La campagna elettorale si scalda e il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a margine dell’evento ‘Discorso su Milano‘ al teatro Franco Parenti, ha nuovamente attaccato il Partito democratico ed Enrico Letta: “L’unico che sta facendo campagna elettorale a tempo pieno per la destra si chiama Enrico Letta“, le sue parole.
E ancora: “L’unico modo per fermare la cavalcata della destra è, in queste elezioni, che Enrico Letta smetta di far campagna elettorale per loro – ha aggiunto -. Dal nostro punto di vista dico che il voto ad Azione e Italia Viva e l’unico voto utile di queste elezioni“.

Renzi: “Letta ha sbagliato totalmente politica delle alleanze”


Quella attuale “non è la mia legge elettorale, io ne avevo un’altra” che preveda “il modello del sindaco d’Italia” tramite il ballottaggio. “Poi quando abbiamo perso il referendum quella legge non stava più in piedi per l’assenza del bicameralismo perfetto“, ha spiegato ancora Renzi. “Alla fine è stata votata questa legge da Forza Italia, Lega e Pd. Io non so se sia la migliore legge o la peggiore, ma che ci fosse questa legge Letta lo sapeva da diversi anni. Il problema è che ha sbagliato totalmente la politica delle alleanze“, attacca ancora il leader di Italia Viva.

“Sala vota Pd? Se Terzo polo fa bene noi soddisfatti lo stesso”


L’obiettivo dell’evento ‘Discorso su Milano‘ al teatro Franco Parentinon era cercare di convincere Sala” a non votare Partito democratico, ma “chiacchierare, riflettere, discutere e ragionare di Milano, perché in questa campagna elettorale tutti vanno per slogan. Noi ci siamo presi un’ora per fare una discussione un pochino più approfondita“, ha sottolineato Renzi parlando del sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala. “Se il sindaco dice che vota Pd poi noi facciamo un bel risultato siamo soddisfatti lo stesso“, ha concluso.

Milano-Cortina 2026, Renzi: “Beppe Grillo campione nel non capire niente”


Una chiosa finale sulle prossime Olimpiadi invernali che si svolgeranno proprio a Milano e a Cortina nel 2026. Secondo Renzi, Beppe Grillo “si conferma uno straordinario campione nel non capire assolutamente niente. Non tanto di Milano ma dell’Italia“. L’ex premier ha così commentato l’ultimo post del fondatore del Movimento 5 Stelle che ha definito le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026 “del cemento“. “Beppe Grillo disse che l’Expo avrebbe distrutto Milano. Avete visto cosa è successo, oggi dice che le Olimpiadi non vanno fatte“, ha concluso Renzi.

Sala: “Troppo cemento? Grillo si pentirà come con Expo”


A ‘Discorso su Milano‘ ha partecipato anche il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala. Il primo cittadino ha a sua volta commentato il post di Beppe Grillo: “Grillo è un amico e penso che fra un po’ di anni si pentirà, come si è pentito ai tempi di aver giudicato ci fosse troppo cemento anche per l’Expo. Beppe Grillo è un po’ così. Poi ognuno la vede a modo suo, in ogni caso non c’è tanto cemento, tanto è vero che proprio l’idea di fare queste Olimpiadi diffuse nasce dal fatto di evitare di costruire troppo“, ha aggiunto Sala a margine dell’evento al teatro Franco Parenti di Milano.

“Spero in ancoraggio di Renzi nel centrosinistra”


Infine, Sala si è rivolto direttamente a Matteo Renzi: “Mi piacerebbe sentire una cosa: un ancoraggio di questa forza politica nell’alveo del centrosinistra, al di là del fatto che questa legge elettorale è quella che è. La seconda è la volontà di essere riformisti sul serio, perché di riforme c’è molto bisogno“, ha concluso il primo cittadino.


Tag: Beppe GrilloelezioniEnrico LettaGiuseppe SalaItalia VivaMatteo RenziMilanoMovimento 5 StellePartito Democratico