Elezioni, Meloni a Firenze: “Con il consenso degli italiani, guiderò questo Paese”

La campagna elettorale di Fratelli d'Italia ha fatto tappa al Nelson Mandela Forum di Firenze con l'arrivo del leader Giorgia Meloni

newsby Emanuele De Lucia9 Settembre 2022



La campagna elettorale di Fratelli d’Italia ha fatto tappa al Nelson Mandela Forum di Firenze con l’arrivo del leader Giorgia Meloni. “Bisogna chiedere agli italiani cosa vogliono. Se ti chiedono di guidare il Governo della Nazione, io lo farò, naturalmente con le regole della nostra Costituzione, se lo vuole il Presidente della Repubblica. Guiderò questa nazione e, per quanto mi renda conto delle difficoltà enormi in cui ci troviamo, ho la libertà, il coraggio, la forza e un partito per riuscire a cambiare tanti meccanismi di questo Paese“, le sue parole.

“Unica maggioranza possibile è quella di centrodestra”


Sono convinta che se ci sarà una maggioranza all’indomani delle elezioni, sarà quella di centrodestra. Se non ci fosse, rischiamo il Governo arcobaleno e mancherà l’apporto di Fratelli d’Italia. Calenda parla di scelta tra Draghi e Meloni, ma lui l’alleanza con chi la fa? Cosa ci state proponendo?“, ha aggiunto ancora Meloni.

“La sinistra finge di non vedere il disastro dell’immigrazione”


Quindi, la leader di Fratelli d’Italia si è scagliata contro la sinistra per la politica sull’immigrazione. “Nardella è ridicolo anche perché è la seconda volta che noi facciamo una cena qui al Mandela. Non se ne è accorto il lucidissimo sindaco Dario Nardella. Siamo agli ultimi giorni di campagna elettorale e cerca di ravanare qualche altro voto, ma io rispondo solo alle cose serie. Quando vuole parlare di immigrazione, per me razzismo è favorire la tratta dei nuovi schiavi del terzo millennio“, le sue parole.

“Dove governa la sinistra, ha smesso di fare politica per gestire potere”


Le roccaforti non esistono più. Mi pare che lo abbiamo ampiamente dimostrato qui in Toscana, dove oggi a Pistoia c’è un sindaco di Fratelli d’Italia riconfermato al secondo turno in una città mai governata dal centrodestra. Lo stesso vale a Piombino dove abbiamo un nostro sindaco. Il problema delle roccaforti per la sinistra è che sono convinti del voto e quindi finiscono per smettere di fare politica e cominci ad amministrare il potere. Così quel consenso lo perdi. In Italia sento curiosità e convinzione per il programma di Fratelli d’Italia“, ha sottolineato ancora la leader di Fratelli d’Italia.

“Cercheremo un’alternativa a Piombino per il rigassificatore”


Infine, Meloni si è concentrata su di uno dei temi più caldi di questa campagna elettorale: il rigassificatore di Piombino. “Col sindaco di Piombino parlo quasi ogni giorno. Seguo la situazione da mesi e la comprendo benissimo. Piombino ha grandi problemi come città, ha già pagato tanto e non ha visto compensazioni. Sappiamo che il rigassificatore serve, cercherò un’altra sede con gli stessi termini. Se quell’alternativa non esistesse, dobbiamo garantire compensazioni a Piombino e coinvolgere l’amministrazione comunale“, ha concluso.


Tag: elezioniFirenzeFratelli d'ItaliaGiorgia Meloni