Di Maio: “Con Next Generation sicurezza più sostenibile”

Di Maio inquadra la situazione italiana ed europea: "Stiamo elaborando un piano nazionale per la resilienza e la ripresa. Importante una convergenza"

newsby Redazione1 Ottobre 2020



Luigi Di Maio inquadra i passi che l’Italia attuerà nel recepimento del Recovery Fund. Il ministro degli Esteri illustra la strategia nazionale e comunitaria, in un intervento al ‘Festival delle Città’ a Roma.

Di Maio e il piano di rilancio europeo

Con l’accordo raggiunto al Consiglio Europeo di luglio, l’Unione Europea potrà mettere in campo un piano di rilancio massiccio, il Next Generation Eu, che darà precedenza alla transizione verde e digitale, alla coesione sociale e territoriale – spiega di Maio –. L’Italia sarà tra i principali beneficiari. Ed è con questo obiettivo che stiamo elaborando un Piano nazionale per la ripresa e la resilienza. Un piano che, grazie ai finanziamenti che saranno resi disponibili tra contributi e prestiti, ci permetterà di seguire questo nuovo paradigma di crescita. Una crescita più sostenibile, inclusiva e duratura“.

Da Di Maio arriva anche un appello alla coesione tra Stato e Unione: “È importante che sugli obiettivi e le idee per la crescita ci sia una convergenza tra Italia ed Europa. Lo abbiamo ascoltato pochi giorni fa dalla presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, in occasione del discorso sullo stato dell’Unione“.

Il Recovery Fund e le priorità dell’Europa

Di Maio torna anche a inquadrare le priorità dell’Unione Europea: “La nuova strategia dell’Unione Europea vuole coniugare un rilancio della domanda degli investimenti con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, climatica e di sviluppo della competitività del primato tecnologico in Europa. Queste indicazioni sono al centro del pacchetto Recovery, con la riaffermazione del patto verde europeo e della digitalizzazione come volani della ripresa“. Obiettivi da applicare anche a livello nazionale. Così il ministro degli Esteri: “Ed è ciò che occorre anche all’Italia per la riqualificazione delle sue città, la transizione verso un’economia pulita e circolare implica innanzitutto un serio impegno nel riutilizzo dei rifiuti urbani. Anche per produrre energia pulita“.

In conclusione, Di Maio rivendica il ruolo dell’Italia nelle recenti negoziazioni comunitarie: “Il nostro Governo si è battuto per un intervento decisivo dell’Unione Europea per far fronte alla crisi pandemica e rilanciare le economie dei 27“.


Tag: Commissione EuropeaLuigi Di MaioRecovery FundUrsula Von der Leyen