11 settembre: Milano ricorda le vittime e non dimentica l’Afghanistan

Nel ventesimo anniversario, commemorazione dell'11 settembre con il sindaco Sala: "Dolore indelebile, con Usa legame di lunga durata. Da Kabul 150 persone"

newsby Antonio Lopopolo11 Settembre 2021



Cerimonia di commemorazione delle vittime dell’attentato alle Twin Towers di New York in Largo 11 settembre a Milano nel giorno del ventesimo anniversario. Presente il sindaco, Giuseppe Sala, che non dimentica il dramma in corso in Afghanistan. Con lui il Console Generale degli Stati Uniti d’America, Robert Needhamil, e il prefetto di Milano, Renato Saccone.

11 settembre: il ricordo del sindaco Sala

Attacchi vili e inattesi portano allo stesso tipo di dolore. Il ricordo dell’11 settembre è vivo per miliardi di persone“, ha spiegato Sala. Che poi ha voluto raccontare la sua personale esperienza durante l’attacco alle Torri Gemelle: “Io mi ricordo perfettamente, ero all’aeroporto di Birmingham in Inghilterra per lavoro. Siamo rimasti in aeroporto, perché non si riusciva a partire. Vedendo quelle immagini“.

Ma in occasione della triste ricorrenza dell’11 settembre, da Milano arriva un messaggio chiaro all’America. “Sono importanti i legami di lunga durata – ha quindi sottolineato il sindaco Sala –. Questo è ciò che ho voluto segnalare oggi. La vicinanza tra Milano e New York e tra i due Paesi permettono di essere più forti. L’alleanza con gli Usa dura da 70 anni. Gli Stati Uniti ci hanno liberato, sono stati tra i principali protagonisti della nostra liberazione. Quindi meritano tutto il nostro rispetto e la nostra solidarietà“.

Milano, la solidarietà e l’Afghanistan


Non solo il ricordo delle Torri Gemelle, però, ma anche l’attualità. Che, in tema di solidarietà internazionale, porta inevitabilmente all’Afghanistan. “Ad oggi abbiamo accolto, tra chi collaborava con la Fondazione Veronesi, chi collaborava con altre Fondazioni e chi ci è stato inviato, circa 150 persone“, ha dichiarato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine della commemorazione delle vittime dell’attentato dell’11 settembre a New York.

Un progetto di solidarietà della città di Milano destinato a proseguire nel tempo. “Non sappiamo quanti ne arriveranno, questo dipende dal Governo. Quello che posso dire è che oggi circa 150 persone hanno un tetto e accoglienza“, ha aggiunto Sala. Che, proprio in data 11 settembre, ha voluto ricordare quanto sia importante che la comunità dia una mano per combattere terrorismo e regimi autoritari di ogni genere.


Tag: 11 SettembreAfghanistanGiuseppe SalaMilanoStati UnitiUsa