Zelensky: “Corridoio del grano? La Russia non vuole veri accordi”

Il leader ucraino: "La leadership russa è più interessata a esacerbare la crisi alimentare che ad attuare gli accordi firmati"

newsby Redazione31 Ottobre 2022



Nel suo ultimo videomessaggio alla nazione, Volodymyr Zelensky, il presidente dell’Ucraina, ha dichiarato che l’indebolimento dell’iniziativa sul grano da parte della Russia è “la risposta a tutti coloro che parlano di negoziati con la Russia“, poiché 218 navi con merci agricole sono attualmente bloccate nei porti di Odessa. Zelensky ha aggiunto che “la leadership russa è più interessata a esacerbare la crisi alimentare che ad attuare gli accordi firmati“.

Carestia in Etiopia, Zelensky punta il dito verso la Russia

Un’altra nave noleggiata dal programma alimentare delle nazioni unite è stata imbarcata nel porto di Chornomorsk. Si tratta di una nave portarinfuse che trasporta 40mila tonnellate di di grano diretto in Etiopia, Paese che sta vivendo una situazione alimentare estremamente grave. È prossimo alla carestia: questo è un problema non solo dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari, ma anche di una carenza fisica di cibo“, ha spiegato Zelensky.

Siamo pronti a rilasciare in mare questa nave, come tutte le altre che hanno lasciato il porto di Odessa durante l’iniziativa di esportazione del grano. Ma questa nave portarinfuse con grano per il programma alimentare delle nazioni unite e altre navi con prodotti agricoli sono obbligate ad aspettare, perché la Russia ricatta il mondo. La Russia è l’unica responsabile del fatto che il cibo ora diventerà più costoso per le persone che vivono in Africa occidentale e in Asia orientale. La Russia è il motivo per cui le persone, specialmente in Etiopia, Yemen e Somalia, si trovano con una catastrofica carenza di cibo“, ha proseguito Zelensky.


Tag: RussiaUcrainaVolodymyr Zelensky