Ucraina, si intensificano gli attacchi russi nella regione di Kharkiv

Il generale Oleksandr Syrskyi, comandante delle forze armate ucraine, ha dichiarato: “Stiamo combattendo feroci battaglie difensive. I tentativi degli invasori russi di sfondare le nostre difese sono stati fermati

La Russia continua ad attaccare nella regione di Kharkiv. Il presidente ucraino ha affermato oggi che ci sono state intense battaglie lungo le aree di confine nella regione. “Siamo sotto il fuoco russo quasi 24 ore su 24“, ha dichiarato il governatore regionale Oleg Sinegubov. “Battaglie difensive e aspri combattimenti continuano su gran parte del nostro confine“, ha detto Volodymyr Zelensky aggiungendo che “l’idea che sta dietro agli attacchi nella regione di Kharkiv è di minare la base morale e motivazionale della capacità degli ucraini di difendersi“. Migliaia di persone sono state sfollate dopo l’offensiva russa. 

Gli attacchi della Russia all’Ucraina

Il comando delle forze armate ucraine ha fatto sapere che la zona a nord della regione di Kharkiv è stata colpita intensamente e sono in corso feroci combattimenti vicino al confine. Mosca afferma di aver conquistato i villaggi di Borisovka, Ogurtsovo, Pletenevka, Pylnaya e Strelechya, mentre Keramik, è stato conquistato nel Donetsk. Secondo l’ultimo bilancio fornito dal governatore Vyacheslav Gladkov sale a 19 morti il bilancio per il crollo di un edificio residenziale di dieci piani a Belgorod, al confine con l’Ucraina, 27 sono le persone rimaste ferite. Il Kyiv Independent ha dichiarato che il Raid russo su Sumy, nell’Ucraina nordorientale, ha provocato la morte di un morto e due feriti.

Sergei Lavrov
Sergei Lavrov | EPA/YURI KOCHETKOV – Newsby.it

Il capo dell’amministrazione militare regionale, Vadym Filashkin ha dichiarato: “Due persone sono rimaste ferite a Lyman, quattro case private sono state danneggiate; anche nella comunità: una persona è morta a Dibrov, due case sono state distrutte a Zarichny, due sono state danneggiate a Torsky. Il nemico ha sganciato una bomba aerea guidata su Katerynivka, comunità dell’Illiniv: nessuna vittima“. “In un solo giorno, i russi hanno bombardato 19 volte le zone popolate della regione di Donetsk. 257 persone, tra cui 30 bambini, sono state evacuate dalla linea del fronte“, ha aggiunto il governatore. Putin ha dichiarato che l’obiettivo è la creazione di una zona cuscinetto che impedisca all’Ucraina di colpire territori controllati dalla Russia. 

Il messaggio di Zelensky

Zelensky ha condiviso sui suoi canali social: “Sono in corso battaglie difensive feroci su gran parte della nostra zona di confine. Ci sono villaggi che si sono effettivamente trasformati da una zona grigia in una zona di combattimento. L’invasore sta cercando di conquistarne alcuni o di utilizzarli come base per un ulteriore avanzamento“. “Il nostro compito è ovvio: dobbiamo infliggere quante più perdite possibili” alla Russia, ha aggiunto. Da Vovchansk continua l’evacuazione dei civili.

Prestiamo costante attenzione anche ad altre aree delle operazioni di combattimento, compreso il settore di Donetsk, dove la situazione non è meno tesa. In effetti, l’idea alla base degli attacchi nella regione di Kharkiv è quella di ridurre le nostre forze e minare il morale e la nostra convinzione di poterci difendere. La direttrice di Pokrovsk è la più difficile, nonostante tutto“, ha dichiarato, spiegando che la regione di Kharkiv non è l’unico teatro di guerra da considerare, da monitorare anche l’attività su “Lyman, Vremivka, Kramatorsk, Kupyansk“. Nelle ultime ore, sottolinea il presidente ucraino, “si sono verificati trenta combattimenti“.

Le dichiarazioni

Serghei Lavrov parlando al Consiglio della Federazione ha detto: “Se i Paesi occidentali vogliono risolvere il conflitto ucraino sul campo di battaglia, Mosca è pronta“. “È un loro diritto, se vogliono essere sul campo di battaglia, saranno sul campo di battaglia. I Paesi – che si riuniranno in Svizzera – intendono comportarsi come un consiglio di insegnanti con cattivo scolaro, decidono tutto tra loro e poi lo chiamano e gli annunciano il verdetto“, ha affermato il ministro degli Esteri.

Il generale Oleksandr Syrskyi, comandante delle forze armate ucraine, ha dichiarato: I tentativi degli invasori russi di sfondare le nostre difese sono stati fermati“. “La situazione è difficile, ma le forze di difesa ucraine stanno facendo di tutto per mantenere le linee e le posizioni difensive e infliggere danni al nemico“, ha aggiunto.

Una fonte della difesa ucraina ha fatto sapere che sono stati colpiti nel territorio russo un terminale petrolifero e una sottostazione elettrica nelle regioni di Belgorod e Lipetsk. “Le esplosioni hanno avuto luogo presso il terminale petrolifero Oskolneftesnab, vicino alla città di Stari Oskol, e presso la sottostazione Ieletskaya, con una capacità di 500 kW”, ha dichiarato all’AFP.

Impostazioni privacy