Ucraina, bombe russe su un reparto maternità: ucciso un neonato

Nella mattina di oggi, mercoledì 23 novembre, ci sono state altre due vittime a Kupyansk, nella regione ucraina orientale di Kharkiv

newsby Redazione23 Novembre 2022



Un neonato è morto in seguito a un attacco missilistico delle forze russe che ha colpito il reparto maternità di un ospedale vicino alla città di Zaporizhzhia, nell’Ucraina sud-orientale. L’ospedale preso di mira si trova a Vilnianska, ha precisato Oleksandr Starukh, il governatore dell’oblast di Zaporizhzhia. Nell’attacco sono rimasti feriti anche un ostetrico trovato sotto le macerie e due medici, uno dei quali è in gravi condizioni.


I russi hanno attaccato anche Bakhmut, nella regione di Donetsk, causando la morte di un civile e il ferimento di altri otto. Inoltre, stamattina ci sono state altre due vittime a Kupyansk, nella regione ucraina orientale di Kharkiv. Secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno ucraino, le forze russe avrebbero rapito diversi sindaci nell’oblast di Kherson, per poi portarli sulla sponda est del fiume Dnipro.

Le misure a sostegno dell’Ucraina

Nel frattempo, il ministero della Difesa britannico ha annunciato il prossimo invio di elicotteri in Ucraina. Il ministro Ben Wallace ha sottolineato che si tratta del primo invio di elicotteri pilotati dall”inizio dell’invasione russa. A essere messi a disposizione delle forze di Kiev saranno tre elicotteri Sea King, il primo dei quali è già arrivato in Ucraina.

Su Twitter, Ursula von der Leyen ha parlato degli aiuti forniti dalla Commissione Ue a Kiev. “La Commissione europea sta erogando ulteriori 2,5 miliardi di euro per l’Ucraina. Stiamo programmando 18 miliardi di euro per il 2023, con finanziamenti erogati regolarmente. Per riparazioni urgenti e ripristino rapido che portano a una ricostruzione di successo. Continueremo a sostenere Kiev per tutto il tempo necessario“, si legge nel post.

Zelensky: “Piano per fronteggiare i blackout di elettricità”


In Ucraina sono stati predisposti più di 4.000 “Punti di invincibilità”, il cui lavoro sarà attivato in caso di prolungata interruzione di corrente in caso di nuovi massicci attacchi russi alle infrastrutture. Lo ha annunciato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel consueto messaggio serale. “Se si verificano di nuovo massicci raid russi e se si valuta che le forniture di elettricità non possono essere ripristinate entro poche ore – ha spiegato Zelensky – verrà attivato il lavoro dei ‘Punti di invincibilità’. Ci sono tutti i servizi di base: elettricità, telefonia mobile e Internet, riscaldamento, acqua, cassetta di pronto soccorso. Tutto assolutamente gratuito e per tutto il giorno“. Zelensky ha sottolineato che tali punti funzioneranno in tutte le amministrazioni regionali e distrettuali, nonché nelle scuole, negli edifici del servizio di emergenza statale e simili.


Tag: Guerra in UcrainaRussiaUcraina