Terremoto in Grecia: scossa al largo di Karpathos, trema il Mediterraneo

La scossa si è verificata a 128 km dall'isola del Dodecaneso, ma il terremoto oltre che in Grecia è stato avvertito in Turchia, Egitto, Siria e Israele

Karpathos, Scarpanto, Grecia
Karpathos, Scarpanto, Grecia (Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International license)
newsby Marco Enzo Venturini19 Ottobre 2021


Una scossa di terremoto di magnitudo 6,1 sulla scala Richter ha colpito il Mar Mediterraneo. A tremare è stata la terra a 128 km di distanza dall’isola di Karpathos, in italiano Scarpanto, che fa parte del Dodecaneso in Grecia.

Terremoto al largo della Grecia: cosa è successo

A localizzare l’epicentro del terremoto che ha spaventato la Grecia è stato l’istituto geodinamico di Atene. La scossa si è verificata al largo del Mar Egeo, a 57,8 km di profondità. È stata avvertita per centinaia di miglia, tra Creta, Santorini e Rodi. Ma è stata chiaramente percepibile anche in altri Stati, come Turchia, Egitto, Siria e Israele.

Fortunatamente non risulta che ci siano feriti. Ma la Grecia ha già tremato per un altro terremoto appena un mese fa. In quella circostanza i danni più gravi riguardarono Creta, dove crollò la cupola di una chiesa. In quel caso ci fu una vittima, mentre i feriti raggiunsero il numero di 24.

La storia dell’isola di Karpathos

L’isola di Karpathos, la più vicina al terremoto, ha una lunga storia, iniziata addirittura nel periodo dal 1700 al 1450 a.C. A quell’epoca giunsero coloni cretesi, che vi importarono la civiltà minoica. Colonizzata da Minosse, l’isola prese poi parte alla Guerra di Troia per poi passare sotto la dominazione degli Spartani al termine della Guerra del Peloponneso. Fu fondamentale per Roma, rappresentando uno scalo privilegiato per le navi destinate a commerciare con l’Oriente.

Brevemente occupata dai bizantini, Karpathos passò per circa duecento anni sotto il controllo di Genova e poi della Repubblica di Venezia. Quindi fu a lungo ignorata dagli Ottomani, andando incontro a un drammatico declino. Nel 1821 tentò invano di farsi annettere alla Grecia, ormai indipendente. Restò quindi parte dell’Impero Ottomano, fino al 1912 e all’annessione all’Italia. Dal 1948 è finalmente parte della Grecia, e oggi è meta di un fedele turismo, soprattutto da parte degli appassionati di windsurf. Il terremoto di queste ore non è l’unico ad averla caratterizzata in questi anni. Addirittura dal 1900 sono stati ben 25, il più potente dei quali, nel 1948, raggiunse i 7,3 gradi della scala Richter.


Tag: GreciaTerremoto