Singapore, spopola la nuova birra fatta con acqua… del gabinetto

Sta avendo successo la nuova bevanda alcolica prodotta nel birrificio artigianale locale Brewerkz, tanto che sta andando già a ruba nei supermercati: ecco come funziona

Birra di Singapore
Foto | Pixabay | ColiN00B
newsby Lorenzo Grossi4 Luglio 2022


Non può essere considerata esattamente una birra normale NEWBrew. La nuova birra bionda di Singapore, infatti, è prodotta con liquami riciclati. Si tratta di una collaborazione tra l’agenzia nazionale per l’acqua del paese, PUB, e il birrificio artigianale locale Brewerkz. Presentata per la prima volta in una conferenza sull’acqua nel 2018, NEWBrew è stata messa in vendita nei supermercati e nei punti vendita Brewerkz recentemente.

“Non posso dire seriamente se sia fatta di acqua del gabinetto, ha detto Chew Wei Lian, 58 anni, che aveva acquistato la birra da un supermercato per provarla dopo averne sentito parlare. “Non mi dispiace averla in frigo. Voglio dire: ha il sapore della birra e a me piace la birra”. NEWBrew utilizza NEWater, il marchio di Singapore di acqua potabile riciclata dalle acque reflue, che scorre dagli impianti di trattamento dal 2003 per migliorare la sicurezza idrica dell’isola. PUB afferma che la nuova birra fa parte di uno sforzo per educare i singaporiani sull’importanza dell’uso e del riciclaggio sostenibile dell’acqua.

Birra di Singapore con acque reflue: come viene prodotta

L’idea di trasformare le acque reflue in acqua potabile, una volta ampiamente depurata, ha guadagnato consensi nell’ultimo decennio poiché la fornitura mondiale di acqua dolce è sempre più sotto stress. Prova ne sia la pesante siccità che sta colpendo anche il nostro Paese. Il World Wildlife Fund stima che 2,7 miliardi di persone trovino poca acqua per almeno un mese all’anno. Economie avanzate come Israele e Singapore che dispongono di risorse limitate di acqua potabile hanno già incorporato la tecnologia nelle loro forniture. Città come Los Angeles e Londra stanno esaminando i piani per seguire l’esempio.

La birra NEWater di Singapore è prodotta disinfettando le acque reflue con luce ultravioletta e facendo passare il liquido attraverso membrane avanzate per rimuovere le particelle contaminanti. La chiave per espandere la tecnologia è persuadere il pubblico che, una volta che l’acqua è stata trattata, è solo acqua. “NEWater si adatta perfettamente alla produzione di birra perché ha un sapore neutro, ha affermato Mitch Gribov, capo birraio di Brewerkz. “Il profilo minerale dell’acqua gioca un ruolo chiave nelle reazioni chimiche durante la produzione della birra”.

Un successo che potrebbe diffondersi in altre parti del mondo

Anche altre birrerie hanno prodotto birra con liquami riciclati. La Nya Carnegie Brewery, con sede a Stoccolma, ha collaborato con il gigante della birra Carlsberg e l’IVL Swedish Environmental Research Institute per lanciare una pilsner prodotta con liquami purificati, mentre Village Brewery in Canada ha collaborato con i ricercatori dell’Università di Calgary e la società statunitense di tecnologia idrica Xylem per lanciare la propria versione. Non tutti sono convinti. “Ci sono molti tipi di birre in giro”, ha detto lo studente di Singapore Low Yu Chen, 22 anni. “Se volessi una birra, sceglierei qualcosa a base di acqua normale. Ma altri che hanno assaggiato NEWBrew, affermano di aver scoperto che si tratta di una birra fresca e dal gusto leggero, perfetta per il clima tropicale di Singapore.

“Se non dici alla gente che è fatta con le acque reflue, probabilmente non lo sapranno mai, ha detto Grace Chen, 52 anni, dopo aver assaggiato la birra. Tuttavia, se qualcuno si trovasse a Singapore e volesse assaggiarla, potrebbe essere necessario essere veloci. Il primo lotto di NEWBrew alla spina è già infatti esaurito nei ristoranti Brewerkz e la società prevede che le scorte nei supermercati si esauriranno entro la fine di luglio. Il produttore di birra ha affermato che valuterà la risposta del mercato prima di decidere se produrre un altro lotto.


Tag: birraSingapore