Olanda, grave incidente ferroviario: un morto e diversi feriti

Nella notte tra lunedì 3 e martedì 4 aprile, si è verificato un grave incidente ferroviario in Olanda. Intorno alle 3.30, vicino al villaggio di Voorschoten, a circa otto chilometri a nord dell’Aja, un treno passeggeri ad alta velocità si è schiantato contro attrezzature edili pesanti, deragliando successivamente: ci sarebbero 30 feriti e un morto accertato, per ora. Il convoglio, che trasportava circa 60 persone, proveniva da Amsterdam. Come riferito dai servizi di emergenza di Hollands Midden, “una persona è morta e almeno 30 persone sono rimaste ferite. I feriti gravi sono stati portati in ospedale, mentre 11 sono nelle abitazioni dei residenti vicini”. Alcune immagini che sono state diffuse nel web mostrano la dinamica dell’incidente: da queste si vede una carrozza ribaltata su un fianco, un’altra sospesa su un piccolo fossato con acqua, e una carrozza anteriore su un campo circostante. L’agenzia stampa Anp ha riportato che una carrozza ha preso fuoco.

Olanda
Olanda | Pixabay @2427999

Disagi e disservizi

L’incidente ferroviario ha causato diversi disservizi su tutta la linea ferroviaria, che viene utilizzata dai treni che vanno da Amsterdam a Bruxelles e Parigi: i funzionari delle ferrovie hanno comunicato che i servizi sono stati per ora interrotti, e non riprenderanno prima del pomeriggio. A seguito dell’accaduto, un elicottero e diverse ambulanze sono giunte sul posto per trasportare in ospedale i feriti. Al telegiornale locale Omroep West, un testimone non identificato ha raccontato: “Abbiamo sentito un forte scoppio e improvvisamente le luci si sono spente. Inizialmente non potevamo scendere dal treno perché non c’era elettricità“, ha raccontato l’uomo, ancora in stato di shock.

Binari
Binari | Pixabay @553190

L’altro grande disastro

Quanto successo nella notte vicino al villaggio di Voorschoten non è tuttavia il primo incidente ferroviario che si verifica in Olanda. Nel Paesi Bassi, infatti, il peggior disastro ferroviario si è verificato l’8 gennaio 1962: qui, vicino alla stazione centrale di Utrecht, due treni passeggeri si scontrarono a Harmelen, causando 52 feriti e 93 morti. Si segnalano, tuttavia, altri due gravi scontri, accaduti negli ultimi anni: in una collisione avvenuta vicino ad Amsterdam nell’aprile 2012, morì una persona, mentre ne rimasero ferite altre 117. Mentre nel 2016, nel centro del Paese, a seguito di uno scontro tra una gru idraulica e un treno, sei persone rimasero ferite, mentre una rimase uccisa. Sull’incidente odierno è intervenuto anche Matteo Salvini, vicepremier e ministro delle Infrastrutture, esprimendo “profonda solidarietà” al governo olandese, a tutti i cittadini, e soprattutto alle persone coinvolte. Dal Mit fanno sapere che l’Italia è pronta a offrire supporto. 

Impostazioni privacy