MTV EMA in Ungheria contro la legge anti LGBTQ+

Gli MTV EMA si terranno il prossimo 14 novembre a Budapest, per contrastare la legge contro la comunità LGBTQ+ voluta dal primo ministro ungherese Viktor Orban

MTV
Foto Unsplash by Enxyclo Digital Agency
newsby Redazione20 Ottobre 2021


Gli MTV EMA (Europe Music Awards), evento che ogni anno premia le canzoni e i cantanti più popolari in Europa, si terranno il prossimo 14 novembre in Ungheria. A comunicarlo è la stessa emittente televisiva martedì, 19 ottobre. Così, MTV ha riaffermato e difeso la sua posizione, nonostante lo scorso 15 giugno sia stata approvata una legge che discrimina la comunità LGBTQ+.

MTV EMA in Ungheria per contrastare la legge voluta dal partito di Orban

L’evento, che porterà nel Paese i più importanti artisti europei, sarà così un’occasione per prendere posizione in merito ai diritti riguardanti la comunità LGBTQ+. A sottolinearlo anche Chris McCharty, presidente e CEO di MTV Entertainment Group Worldwide. “Non vediamo l’ora di utilizzare l’evento per amplificare le nostre voci e la nostra solidarietà nei confronti della comunità LGBTQ+” ha detto McCarthy ad Associated Press. Inoltre, ha aggiunto che non sarà tollerata nessuna censura governativa della trasmissione.

L’abbiamo detto fin dall’inizio in modo chiaro: non permettiamo imput editoriali per quanto riguarda gli artisti. Questa è sempre una condizione degli MTV EMA, indipendentemente dal Paese in cui andiamo“.

Il partito conservatore del primo ministro ungherese Viktor Orban ha introdotto una legge che mira a combattere la pedofilia. Gli emendamenti, però, vietano qualsiasi orientamento che non sia eterosessuale. Inoltre, sono vietate anche la diffusione di informazioni sul cambiamenti di genere nei programmi scolastici di educazione sessuale. Ma anche nei film e nelle pubblicità vietate agli under 18.

L’evento di quest’anno premierà gli artitsi della comunità LGBTQ+ con il premio “Generation Change Award”

I gruppi per i diritti umani hanno fortemente denunciato la misura approvata a giugno, spiegando che collega erroneamente i gay alla pedofilia. La legge, infatti, potrebbe essere utilizzata come strumento per stigmatizzare e molestare chiunque a causa del suo orientamento sessuale o della sua identità di genere. La maggioranza dei leader europei ha contestato la legge, che va contro i valori dell’UE, sottolineando come la discriminazione non sia tollerata da nessuno dei Paesi dell’Unione.

L’accordo per tenere gli MTV EMA in Ungheria, a Budapest, risale a due anni fa. McCarthy ha spiegato che la sua razione immediata, come membro della comunità, è stata quella di voler spostare l’evento in un altro Paese. Però, dopo un consulto tra MTV e i sostenitori della comunità a livello globale, si è comunque deciso di tenere lo show nel Paese guidato da Orban.

Andremo avanti, usando lo spettacolo come un’opporunità per essere solidali con la comunità LGBTQ+ in Ungheria e in tutto il mondo, mentre continuiamo a lottare per l’uguaglianza per tutti” si legge nella nota rilasciata da MTV. Inoltre, gli MTV EMA di quest’anno onoreranno i giovani attiisti LGBTQ+ con il “Generation Change Award“, premio che sarà dato in collaborazione con il gruppo attivista All Out per sostenere le sue campagne mondiali per l’uguaglianza.


Tag: LGBTQ+MTV EMAOrbanUngheria