Kamala Harris, duro attacco a Trump dopo la nomina di Biden

Kamala Harris, la candidata vicepresidente scelta dal leader dei Democratici Joe Biden per le elezioni Usa di novembre, è entrata subito a gamba tesa sulla scena, attaccando senza mezzi termini Donald Trump. “Ora l’America ha bisogno di azione. Nel mezzo di una pandemia, il presidente sta tentando di strappare via il sistema sanitario. Mentre le piccole imprese chiudono, lui agevola i ricchi donatori. E quando la gente ha invocato sostegno, lui ha usato i gas lacrimogeni“, ha detto la senatrice californiana, come riporta l’Ansa.

Kamala Harris e la sua storia in un video

Le parole di Kamala Harris in un video postato su Twitter, in cui ha voluto raccontare la propria vicenda personale. Tratteggiando i contorni di una persona per lei ispiratrice: sua madre. Era una ricercatrice medica indiana, divorziata dal marito giamaicano quando la Harris aveva solo sette anni. Ma grazie alla sua influenza è arrivata la decisione di diventare un avvocato prima. E di abbracciare le battaglie politiche dopo. “Sono cresciuta per agire. Mia madre sapeva che stava allevando due figlie afroamericane che sarebbero state trattate differentemente per come apparivano“, recita la Harris. “Crescendo, ogni volta che restavo turbata da qualcosa mia madre mi guardava negli occhi e mi chiedeva: ‘quindi, cosa farai ora?“.

 

Il primo evento pubblico a fianco di Biden

Il suo spirito combattivo non è tardato ad emergere. “Siamo in una battaglia per l’anima di questa nazione. Ma insieme, è una battaglia che possiamo vincere“, ha poi twittato ancora Kamala Harris, a poche ore dal suo debutto pubblico con Joe Biden. Esordio che è avvenuto nel corso di un evento a Wilmington, nel Delaware, la base della campagna elettorale Democratica. Un evento chiuso al pubblico, in cui Biden e la Harris si sono presentati sul palco entrambi con la mascherina, rivolgendosi ad un gruppo di giornalisti, debitamente distanziati. Tra i primissimi bersagli, come detto, l’attuale presidente americano, Donald Trump, colpevole di aver “fatto a brandelli il Paese”. Un politico definito “non è all’altezza” del suo compito. “Questa è una lotta per l’anima degli Stati Uniti e sono orgoglioso che Kamala sia al mio fianco nella battaglia“, ha sottolineato Biden. “Uno dei motivi per cui ho scelto Kamala Harris è perché entrambi crediamo che si possa definire l’America in una parola semplice: possibilità“, ha poi twittato.

 

La critica a Trump

Quindi la presentazione ufficiale della sua vice, in caso di vittoria delle elezioni. “Kamala Harris è una donna intelligente, tosta, esperta, una combattente collaudata per la middle class, pronta a fare questo lavoro dal primo giorno per ricostruire questo Paese“, ha detto ancora Biden. “Questo è un momento grave per la nazione e non ho dubbi che la persona che ho scelto sarà la prossima vicepresidente d’America“, ha sottolineato. La Harris, dicendosi pronta per l’incarico, ha criticato nuovamente la gestione di Trump. “Ci stiamo riprendendo dalla peggiore crisi sanitaria dell’ultimo secolo. Ma la cattiva gestione della pandemia da parte del presidente ci ha fatto precipitare nella peggiore crisi economica dalla Grande Depressione“, ha detto la senatrice.

 

Impostazioni privacy