Honduras, in 600 linciano un italiano: “Ha ucciso il vicino”

[scJWP IdVideo=”dHHvgVGI-Waf8YzTy”]

Sono immagini forti quelle che si vedono in un video che riprende l’assalto all’abitazione di un italiano residente in Honduras, in America Centrale, a Sud del Guatemala. L’uomo è stato linciato a morte da una folla inferocita che ha dato fuoco alla sua casa. Lo accusavano di aver ucciso il suo vicino, secondo quanto riferito dalla polizia.

Il video del linciaggio in Honduras 

Nel video si vedono molte persone assaltare l’abitazione di Giorgio Scanu. La folla ha dato anche fuoco all’appartamento dell’italiano e si vede una colonna di fumo nero alzarsi dalla casa in cui la vittima viveva.

Gli agenti, secondo quanto riportato, avevano tentato di calmare la folla, senza riuscirci. Le persone erano armate di bastoni, machete e pietre. Gli assalitori ritenevano Scanu l’assassino di un vicino di casa, che sarebbe stato ucciso dall’italiano per vendicarsi di un furto avvenuto alcuni giorni fa.

Il fatto è avvenuto in un villaggio a circa 80 chilometri a Sud della capitale dell’Honduras, Tegucigalpa. Le autorità dell’Honduras hanno assicurato indagini approfondite per chiarire quanto accaduto. E ricostruire cosa sia successo tra l’italiano e il suo vicino di casa.

Pochi giorni fa la condanna di un italiano per omicidio

Era arrivata pochi giorni fa, invece, la condanna di un tribunale dell’Honduras nei confronti di un altro italiano, l’imprenditore Roberto David Castillo, accusato di essere il mandante dell’uccisione dell’ambientalista Bertha Càceres nel 2016.

Secondo i magistrati ordinò l’eliminazione di Càceres. Il suo piano era rimuovere qualsiasi ostacolo per le operazioni di una compagnia idroelettrica sul fiume Gualcarque. A incastrarlo, le intercettazioni telefoniche fatte sul suo cellulare.

Impostazioni privacy