Expo, Sasso: “Innovazioni importanti per l’istruzione italiana”

Il sottosegretario all’istruzione è rimasto impressionato dal Padiglione Italia e dalle idee esposte durante l’Esposizione Universale

Scuola, AAA cercasi supplenti
Foto Pixabay
newsby Alessandro Bolzani5 Gennaio 2022


Oltre a rappresentare un’importante occasione di scambi interculturali, Expo Dubai può aiutare i singoli Paesi partecipanti ad adottare approcci innovativi a temi importanti. Un ottimo esempio è rappresentato dall’apprendimento, come testimoniato dalle parole del sottosegretario all’istruzione Rossano Sasso. Dall’Esposizione Universale, nel campo dell’istruzionepartono delle idee innovative di cui la politica deve tenere assolutamente conto. La politica deve essere al passo con i tempi e la nostra offerta formativa deve essere adeguata a quella del resto del mondo”, ha dichiarato Sasso dopo aver visitato il Padiglione Italia. Assieme a lui c’era Paolo Glisenti, il commissario generale per l’Italia a Expo.

Sasso: “Il Padiglione Italia mi ha riempito di orgoglio”

Sasso ha espresso orgoglio nei confronti del Padiglione italiano. “Mostra davvero tradizione, innovazione, ricchezza e cultura”, ha dichiarato. “Ringrazio il commissario Glisenti per aver fatto un ottimo lavoro”. Sasso ha aggiunto di aver scoperto molte cose durante la sua visita, ma la più bella sono stati “i ragazzi volontari, 60 studenti e studentesse italiani che stanno testimoniando la nostra grandezza. Mi sono sentito orgoglioso di essere italiano oggi”.

L’impatto di Expo sull’istruzione

Sasso ha spiegato che a Expo sono emerse delle idee innovative sull’istruzione, che devono essere adeguate all’offerta formativa italiana. “Parlando con il commissario, ho spiegato che mi onoro di aver depositato la prima firma” del testo con il quale “abbiamo abolito un regio decreto del 1938 e finalmente si consentirà il double degree anche in Italia. Mentre in precedenza uno studente che voleva studiare ingegneria e medicina contemporaneamente era costretto ad andare all’estero, da qualche settimana può farlo anche in Italia. Ma questo è soltanto un piccolo elemento per far capire a tutta la politica che l’Italia deve correre, perché il resto del mondo è un treno che sta andando avanti, ma che ci aspetta e ci tende la mano”.


Tag: Expo Dubai 2020