Ecco dove andranno i rifugiati afghani dopo la fuga da Kabul

Migliaia di persone sono in fuga dall'Afghanistan, ma quali paesi sono pronti a ospitare i rifugiati afghani?

Newsby Linda Pedraglio 27 Agosto 2021

Migliaia di afghani stanno tentando una fuga disperata dall’Afghanistan dopo che i talebani hanno preso il controllo del paese. L’esodo di massa si aggiunge a 2,2 milioni di rifugiati afghani presenti nei paesi vicini e a 3,5 milioni di sfollati entro i confini del Paese. Ma quanti sono gli afghani che stanno abbandonando la propria terra?

Quanti rifugiati hanno lasciato l’Afghanistan

Al momento, i numeri esatti non sono chiari, ma sappiamo quante persone sono state evacuate in aereo al di fuori dell’Afghanistan. Soltanto pochi giorni fa, gli Stati Uniti hanno dichiarato di aver facilitato l’evacuazione di 95.000 persone dall’aeroporto di Kabul, inclusi cittadini americani. Il ministero della Difesa del Regno Unito afferma di aver portato in salvo più di 11.000 persone e che quasi 7.000 di loro erano cittadini afghani. Il governo tedesco afferma che 4.500 persone hanno lasciato il Paese sui suoi voli dall’aeroporto di Kabul, di cui circa 3.700 erano afghani, compresi giornalisti locali e attivisti per i diritti umani.

Il ritmo di evacuazione ha subito una forte accelerazione negli ultimi giorni, bruscamente interrotta dagli attentati del 26 agosto all’aeroporto di Kabul. Da questo momento in avanti, sarà molto difficile per gli afghani raggiungere l’aeroporto e imbarcarsi sul primo volo verso la libertà. Il 31 agosto, data di ritiro delle truppe statunitensi, è dietro l’angolo e il miraggio di lasciare il paese diventa sempre più irraggiungibile per migliaia di afghani.

Quali i paesi con il maggior numero di rifugiati afghani

La fuga da Kabul è soltanto l’ultima goccia di un esodo storico che ha investito il paese per molti anni a causa di instabilità e conflitti. Anche prima che i talebani riprendessero il controllo, circa 550.000 persone erano state costrette a fuggire dalle loro case a causa dei combattimenti, secondo l’UNHCR. Questo significa che circa 3,5 milioni di afghani sono attualmente sfollati all’interno del paese. Oltre agli sfollati interni, circa 2,2 milioni di rifugiati e richiedenti asilo hanno cercato rifugio nelle nazioni vicine alla fine dello scorso anno. Pakistan e Iran hanno accolto il maggior numero di rifugiati e richiedenti asilo: quasi 1,5 milioni in Pakistan e 780.000 in Iran, secondo i dati dell’UNHCR. La Germania era terza, con oltre 180.000 rifugiati, mentre la Turchia ne ha presi quasi 130.000.

Dove andranno i rifugiati afghani

Dove andranno dunque i nuovi rifugiati afghani? Quali paesi hanno aperto le porte dei loro centri di accoglienza per ospitare migliaia di persone in fuga?

Iran

L’Iran ha allestito tende di emergenza per i rifugiati in tre delle sue province che confinano con l’Afghanistan. Ma alti funzionari del ministero degli interni hanno affermato che tutti gli afghani entrati in Iran “saranno rimpatriati una volta che le condizioni saranno migliorate“. L’Iran ospita già quasi 3,5 milioni di afghani, secondo le Nazioni Unite.

Pakistan

Il primo ministro Imran Khan ha dichiarato a giugno che il suo paese avrebbe chiuso il confine con l’Afghanistan se i talebani avessero preso il controllo. Ma i rapporti internazionali affermano che diverse migliaia di afghani sono già entrati in Pakistan e che almeno un valico di frontiera è aperto.

Tagikistan

Anche in questo caso i numeri esatti non sono chiari, ma i rapporti suggeriscono che almeno diverse centinaia di afghani, compresi i soldati dell’esercito nazionale afghano, sono entrati in Tagikistan negli ultimi giorni.

Regno Unito

Il Regno Unito ha annunciato l’intenzione di accogliere 20.000 rifugiati afghani a lungo termine. Il programma di reinsediamento dei cittadini afghani del governo britannico mira a consentire a 5.000 afghani di stabilirsi nel Regno Unito nel primo anno e si concentrerà su donne e bambini, nonché sulle minoranze religiose maggiormente a rischio.

Stati Uniti

Il presidente Joe Biden ha stanziato 500 milioni di dollari per “bisogni urgenti e migratori inaspettati di rifugiati, vittime di conflitti e altre persone a rischio a causa della situazione in Afghanistan, compresi i richiedenti speciali visti di immigrazione“. Ma attualmente gli Stati Uniti non hanno ancora annunciato quanti rifugiati afghani sono pronti ad accogliere.

Canada

Il Canada ha annunciato che ospiterà 20.000 afghani, concentrandosi sulle categorie più a rischio sotto il dominio dei talebani, compresi i dipendenti del governo e le donne leader.

Australia

L’Australia offrirà 3.000 posti nel suo programma di visti umanitari agli afghani in fuga dal loro paese.

Germania

La Germania ha affermato che accetterà rifugiati afghani, ma non ha specificato i numeri. La cancelliera Angela Merkel, che nel 2015 ha dovuto affrontare aspre critiche per la sua politica di apertura verso i migranti, ha affermato che il suo governo si impegnerà per assicurare ai rifugiati un soggiorno sicuro nei paesi confinanti con l’Afghanistan.

Francia

Il presidente Emmanuel Macron ha affermato che l’Europa deve proteggersi dalle “importanti ondate di migranti illegali” dall’Afghanistan. La Francia “proteggerà coloro che sono più in pericolo“, ha aggiunto il capo dell’Eliseo.

Austria

Nessuna sorpresa sul fronte austriaco che ha escluso categoricamente di accogliere rifugiati afghani. Il ministro degli interni del paese si è espresso a favore dell’espulsione di richiedenti asilo afghani e ha incoraggiato l’istituzione di centri di espulsione nei paesi confinanti con l’Afghanistan.

Italia

Attualmente il governo italiano ha fatto evacuare circa 2.700 afghani, principalmente collaboratori delle istituzioni italiane, a partire dal contingente militare e i loro familiari. “Un numero destinato a crescere, considerati circa mille afghani già in sicurezza in aeroporto e previsti imbarcarsi sui prossimi voli italiani“, ha aggiunto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Svizzera

La Svizzera ha dichiarato che non accetterà grandi gruppi di rifugiati che arrivano direttamente dall’Afghanistan.

Turchia

Il presidente Erdogan ha affermato che il suo governo lavorerà per aiutare a stabilizzare l’Afghanistan, ma ha esortato i paesi europei ad assumersi la responsabilità di questa nuova crisi migratoria, affermando che la Turchia non sarà “l’unità di stoccaggio dei migranti in Europa“.

Uganda

L’Uganda ha accettato di accogliere 2.000 rifugiati afghani. La nazione dell’Africa orientale ha il maggior numero di rifugiati in qualsiasi paese dell’Africa ed è il terzo al mondo.

Impostazioni privacy