Cina stabilisce altezza massima per grattacieli: spiegato il perché

I grattacieli non potranno superare i 150 metri di altezza nelle città con meno 3 milioni di abitanti: lo annunciano le autorità cinesi

Cina altezza massima grattacieli
Foto Wikimedia Commons
newsby Linda Pedraglio28 Ottobre 2021


Costruire la torre più alta della città è sempre stata una questione di vanità. Dal Rinascimento, quando i signorotti della nobiltà dell’epoca facevano a gara per costruire la torre più alta del borgo, alle gigantesche metropoli del XXI secolo, da New York a Dubai, fino a Shangai, in Cina. Le costruzioni più alte al mondo sono sempre state considerate un simbolo di prestigio e potere, ma anche di arroganza e vanità, come insegna la leggendaria Torre di Babele. Da qui nasce il tentativo del governo cinese di porre un limite a questa “gara di vanità” e preservare il paesaggio urbano, specialmente delle piccole città.

La Cina impone limite di altezza ai grattacieli

I grattacieli più alti di 150 metri saranno “strettamente” limitati e quelli più alti di 250 metri saranno vietati per le città con una popolazione inferiore a 3 milioni. Le autorità cinesi limiteranno anche le strutture più alte di 250 metri per le città con più di 3 milioni di persone. Non è la prima volta che i regolatori cinesi intervengono per limitare l’altezza dei grattacieli, ma questo passo sembra davvero decisivo. Già lo scorso luglio, la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma della Cina ha vietato nuovi grattacieli più alti di 500 metri e ha severamente limitato quelli più alti di 250 metri. Inasprite le regole anche per gli edifici più alti di 100 metri. Le autorità hanno inoltre stabilito nuovi requisiti in merito alla capacità antisismica e antincendio dei grattacieli.

Da Shanghai alle piccole città, una rivoluzione urbanistica

Il Ministero cinese per l’edilizia abitativa e il Ministero per la gestione delle emergenze hanno annunciato le nuove regole questa settimana. Il paesaggio urbano cinese si appresta a modificare radicalmente il suo aspetto da questo momento in avanti. Grattacieli più bassi, sicuri e sostenibili, a favore di una maggiore integrazione con la natura e il paesaggio circostante. Una svolta epocale considerando che la Cina ospita alcune delle torri più alte e imponenti del mondo. La Shanghai Tower di 128 piani e alta 632 metri, ad esempio, è il secondo edificio più alto del mondo. E per anni il paese in rapido sviluppo è stato un luogo di audaci sperimentazioni per ambiziosi architetti internazionali, come Zaha Hadid.


Tag: CinaGrattacieli