Borrell: “A Mariupol crimini di guerra, Putin merita condanna più forte”

Le dichiarazioni sulla guerra in Ucraina dell'Alto rappresentante dell'Ue, Josep Borrell, al suo arrivo al Consiglio Affari esteri

newsby Redazione21 Marzo 2022



“Ciò che sta accadendo a Mariupol è un enorme crimine di guerra: distruggono ogni cosa, bombardano ed uccidono tutti in modo indiscriminato, è qualcosa di orrendo. Dobbiamo condannarlo nei termini più forti”. Lo ha detto l’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, al suo arrivo in Consiglio Affari esteri dell’Ue.

“Continueremo a lavorare a sostegno dell’Ucraina con tutte le nostre risorse e continueremo a pensare a nuove sanzioni – ha aggiunto -. La Russia usa tutte le capacità militari di cui dispone, ma il loro problema è farlo contro i civili”.

Borrell: “Putin merita la più forte condanna del mondo civilizzato”

“Non è una guerra, è la distruzione massiccia di un Paese, senza alcuna considerazione delle leggi che regolano guerra. Perché sì, la guerra ha delle leggi, ed è molto importante dire la comunità internazionale ha già condannato questa invasione”, ha proseguito Borrell. E ha ribadito che il presidente russo Vladimir Putin “merita la più forte condanna del mondo civilizzato”.

LEGGI ANCHE: Crimini di guerra, cosa sono e a chi spetta giudicarli

Infine, Borrell ha precisato che oggi in Consiglio “i ministri degli Esteri dell’Unione europea discuteranno delle sanzioni al settore energetico russo”. Alcuni Paesi, come Lituania e Irlanda, si sono già detti a favore.


Tag: Josep BorrellUcraina