Alex Hansen, il campione di body painting in mostra a “Era virale”

Il make up artist, body painter e scultore: “Se la mia arte è di ispirazione per qualcuno, allora ho fatto il mio lavoro”

newsby Rossana Quarato29 Luglio 2021



Cinque volte campione mondiale dell’aerografia, Alex Hansen raggiunge nella sua carriera fama a livello internazionale come make up artist, body painter e scultore.

Una passione nata e cresciuta insieme a lui, grazie al contributo di sua madre che sin da bambino assecondava il suo interesse per l’arte regalandogli materiali da disegno, tele e inchiostri di ogni genere, come ci racconta lo stesso Alex.

Gli esordi di Alex Hansen

E’ un po’ come se fossi caduto dentro questo mondo. Realizzavo decorazioni per un club, quando per caso ho incontrato un’artista che ha notato i miei lavori e mi ha insegnato la tecnica dell’aerografia”. Di lì a pochi anni, il primo contratto e il suo immediato avvicinamento al mondo del body painting.

Un amore incondizionato quello per l’arte, che non è passato inosservato neanche nel mondo del cinema. “Durante le registrazioni del film ‘Trecento’, sapevo che cercavano un aerografo e ho deciso di candidarmi. Realizzavo abbronzatura con l’uso dello spray e modellavo gli addominali sui corpi. È da qui che è iniziato il mio percorso nel mondo del cinema”.

Il corpo come forma d’arte

Il body painting è un’arte che consiste nella pittura del corpo, motivo per cui il rispetto è alla base di questa forma d’arte. “C’è voluto del tempo prima di guadagnare il rispetto necessario per la mia disciplina. Molti dei modelli con cui oggi lavoro, sono diventati miei amici. Quando partecipo ad un evento, mi assicuro che nessuno infastidisca le mie modelle. È giusto che non ci vedano come dei corpi nudi in mostra, ma come una vera e propria forma d’arte”.

Prima di iniziare un lavoro, spiego quello che farò nei dettagli. Mi assicuro sempre che il modello abbia mangiato e bevuto abbastanza, se sono comodi, se hanno bisogno di una pausa. Voglio che chi lavora con me si senta sempre a proprio agio”.

Arte e pandemia si incontrano a “Era virale”

Il suo amore per l’Italia e l’accoglienza che ha sempre trovato nel nostro Paese, lo ha portato ancora una volta a diffondere la sua arte a Era virale, Mostra Collettiva Itinerante di arte contemporanea che si svolgerà a Castello di Fombio (LO) fino al prossimo 8 agosto. Una iniziativa che vuole celebrare la rinascita post pandemica attraverso l’arte. In questa occasione, infatti, diversi artisti di fama internazionale esibiscono i loro manichini, con i quali raccontano il Covid 19 attraverso la manifestazione delle proprie emozioni in arte. E tra loro, non poteva certo mancare il campione mondiale Alex Hansen.


Tag: Alex Hansenbody paintingEra virale