Venezia, cioccolato rubato: il conto di un nonno lo pagano i Carabinieri

L’uomo voleva fare un regalo ai nipoti, ma viene pizzicato. Le Forze dell’Ordine lo ‘graziano’ e saldano la merce sottratta

Venezia, cioccolato rubato: il conto di un nonno lo pagano i Carabinieri
Cioccolato (Pixabay)
newsby Lorenzo Grossi29 Gennaio 2021


I Carabinieri di Mirano (Venezia) non se la sono sentita di mettere mano al verbale per la denuncia penale nei confronti di un nonno di fronte al furto di barrette di cioccolato per i nipoti. Le Forze dell’Ordine lo hanno quindi “graziato”. Hanno bensì scelto di mettere così mano al loro portafogli per pagare la merce appena rubata dal signore anziano tra gli scaffali del discount. Il suo scopo era appunto quello di fare un regalo ai suoi nipoti e i Carabinieri hanno mostrato tutto il loro buon senso, nonché generosità.

Il fatto che ha visto protagonista il nonno e il cioccolato

L’episodio è stato raccontato dal Gazzettino. È piena mattina e il nonno è in procinto di andare a riprendere a scuola i nipoti e pensa di far loro una dolce sorpresa, facendosi trovare con le tasche piene di barrette dell’adorato cioccolato. Peccato che la sorpresa diventa amara per l’uomo, quando viene pizzicato dalla sicurezza del supermercato dopo aver oltrepassato le casse, senza aver pagato i dolciumi.

I Carabinieri della Stazione sono di pattuglia sul territorio e giungono al Prix di via Sandro Pertini in pochi minuti. Vengono acquisite le testimonianze e chiariti i contorni della vicenda. Soppesato il lato umano della vicenda e, al di là della costernazione dell’uomo (che ambiva solo al sorriso dei nipotini) e considerando che i responsabili del supermercato non volevano presentare denuncia, si limitano a richiamare l’anziano sulla gravità del gesto. Dopo di che hanno voluto pagare di tasca propria i dolciumi destinati ai nipoti dell’uomo. Appare dunque evidente la vicenda è di una umanità che non può essere riassunta in nessun verbale.


Tag: CarabinierigoodVenezia