Vaccini, Landini: “Terza dose?
Alcuni Paesi non hanno la prima”

Il segretario della CGIL: "Lottare per i vaccini gratis, via il brevetto alle case farmaceutiche"

newsby Francesco Maviglia9 Settembre 2021



Il segretario della CGIL Maurizio Landini, è intervenuto a margine della festa nazionale di Sinistra Italiana: ‘Proxima Trasformiamo insieme le nostre città‘ a Milano. Durante l’evento Landini ha espresso la sua opinione in merito alla terza dose di vaccino, approvata ufficialmente dal Cts dell’Aifa.

Mentre noi discutiamo della terza dose alcuni paesi non hanno la possibilità di fare nemmeno la prima. Dobbiamo lottare per la gratuità del vaccino e togliere il brevetto alle case farmaceutiche. Solo in questo modo si può sconfiggere il virus. Credo che questa sia una battaglia generale su cui il sindacato non deve cambiare idea. Sono concetti che stiamo ripetendo da alcuni mesi, anche con una certa coerenza”.

Alitalia, Landini: “No a soldi pubblici per firmare licenziamenti”


Il segretario della CGIL ha poi affrontato la questione Alitalia. Dopo lunghe trattative non è stato ancora possibile trovare un accordo tra i sindacati del mondo dell’aerotrasporto e Ita, nuova compagnia di bandiera chiamata a prendere il posto di Alitalia. “Il governo intervenga sul tema di Ita-Alitalia. Non abbiamo alcuna intenzione di usare soldi pubblici per firmare licenziamentiha affermato Landini. “I lavoratori proprio oggi a Fiumicino sono in assemblea e domani hanno deciso una manifestazione davanti al parlamento davanti a Palazzo Chigi” ha concluso.


Tag: AlitaliaCgilMaurizio Landiniterza dosevaccini