Torino, Babbo Natale contro crisi climatica: è l’azione davanti al Consiglio regionale

Gli attivisti di Extintion Rebellion hanno organizzato una protesta davanti al Consiglio regionale del Piemonte per chiedere attenzione alla crisi climatica

newsby Redazione14 Dicembre 2021



Babbo Natale? Vorrebbe come regalo dalle istituzioni che dal 2022 si mettesse veramente la crisi climatica ed ecologica nelle agende. È il problema del secolo e siamo già in ritardo nell’agire, sia a livello locale che nazionale e mondiale“. A parlare è ‘Babbo Natale’, uno degli attivisti di Extinction Rebellion che oggi hanno fatto un’azione a Torino.

Siamo qui al Consiglio regionale del Piemonte e continueremo a venire fintanto che l’emergenza climatica non entrerà nelle tematiche e negli ordini del giorno del Consiglio. Le nostre richieste sono sempre le stesse. La prima è che le istituzioni inizino a dire la verità sulla condizione della crisi climatica ed ecologica. Deve essere trattata con la stessa gravità della pandemia. In secondo luogo chiediamo che vengano immediatamente fatte azioni per arginare il problema. Bisogna fermare le emissioni che alterano il clima. Infine  vorremmo maggiore spazio alla partecipazione dei cittadini. Bisognerebbe istituire delle assemblee dei cittadini, così da poter affiancare l’attuale politica“.

Noi siamo Extinction Rebellion e periodicamente protestiamo davanti alla Regione Piemonte. Il Consiglio ha fatto una dichiarazione di emergenza, alla quale però non è seguita alcuna azione concreta. Non è stato fatto nulla per evitare gli effetti peggiori della crisi, che già stiamo vedendo in Piemonte“.

 


Tag: Crisi climatica