Super Green Pass, cosa cambia tra zona bianca, gialla, arancione e rossa

In base alla fascia colorata in cui si trova la propria Regione è possibile accedere ad alcune attività solo con la versione del certificato verde riservata ai vaccinati e ai guariti. A variare sono anche le regole relative all’utilizzo della mascherina all’aperto e agli spostamenti fuori dal Comune di residenza

Vaccino, a 5 mesi crolla l'efficacia: quanto copre veramente? E il green pass?
Green Pass (iStock)
newsby Alessandro Bolzani6 Dicembre 2021


Con l’introduzione del Super Green Pass può venire spontaneo chiedersi “ma la divisione dell’Italia in zone colorate serve ancora? Cosa cambia da una zona all’altra?”. Guardando la tabella messa a disposizione dal governo è possibile notare che le attività consentite o non consentite in zona bianca e gialla sono le stesse. Le uniche vere differenze si notano in zona arancione, dove chi è privo del Super Green Pass ha meno libertà. Al momento nessuna regione si trova in questa fascia. Assenti, per ora, anche le zone rosse, dove le limitazioni sarebbero ancora più abbondanti.

Super Green Pass, le regole della zona bianca

Nella zona meno restrittiva, il possesso del Green Pass è obbligatorio per l’accesso agli alberghi, agli spogliatoi, al trasporto ferroviario regionale e al trasporto pubblico locale. Il Super Green Pass, invece, è indispensabile per l’accesso agli eventi sportivi, agli spettacoli, alle feste (a eccezione di quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose) e alle discoteche.

In zona gialla torna la mascherina all’aperto

In zona gialla valgono le stesse regole della zona bianca, ma torna anche l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. Per il resto, non ci sono limitazioni agli orari di negozi, bar e ristoranti e le discoteche restano aperte. Tuttavia, per chi non ha il Super Green Pass torna il limite delle quattro persone allo stesso tavolo al chiuso.

I limiti della zona arancione

In zona arancione sono previste ulteriori limitazioni oltre a quelle presenti in zona gialla, ma solo per chi è sprovvisto del Super Green Pass. In linea generale, in questa fascia la nuova certificazione è necessaria per accedere a un gran numero di attività, tra cui i centri benessere, i parchi tematici e i centri ricreativi. Non sono previste limitazioni agli orari di bar e ristoranti. Le palestre, i centri sportivi e le piscine restano aperti, così come i musei, i teatri, le mostre, le sale da gioco e scommesse. Chi è sprovvisto del nuovo Green Pass non può uscire dal Comune di residenza, tranne che per motivo di lavoro, necessità e urgenza.

Le grandi restrizioni presenti in zona rossa

Le limitazioni più grandi, naturalmente, sono quelle previste per la zona rossa. Qui restano in vigore tutte le restrizioni previste in passato, incluso il divieto di spostamento (anche all’interno del proprio Comune). I ristoranti e i bar devono restare chiusi e limitarsi all’asporto. La didattica torna a distanza e restano aperte solo le attività essenziali. Chiuse anche le discoteche. In questa zona non ci sono differenze tra i possessori del Super Green Pass e di quello base.


Tag: Super Green PassZona ArancioneZona BiancaZona GiallaZona Rossa