Regione Lombardia: nel piano vaccinazioni c’è Guido Bertolaso

Regione Lombardia che ufficializza ciò che era nell'aria da giorni, la partecipazione dell'ex capo della Protezione Civile. Campagna parte il 24 febbraio

newsby Antonio Lopopolo2 Febbraio 2021


La Regione Lombardia riorganizza il piano delle vaccinazioni anti Coronavirus. E, come anticipato nei giorni scorsi tramite i propri canali ufficiali, figura centrale sarà l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso. Contattato già il 29 gennaio, ha infatti accettato l’incarico. La conferma arriva dal Consiglio Regionale.

Regione Lombardia: i passi per arrivare a Bertolaso


Per la gestione del piano vaccinale anti Covid, la Regione Lombardia ha infatti “previsto una governance con un comitato guida, formato dal presidente Attilio Fontana, da me, dall’assessore alla Protezione civile Pietro Foroni e dal dottor Guido Bertolaso“. Così il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha ufficializzato la novità durante le sue comunicazioni al Consiglio Regionale sul piano vaccinale lombardo anti-Covid 19.

Il comitato guida per l’esecuzione del progetto si avvarrà del dottor Marco Trivelli e del dottor Roberto Laffi, rispettivamente direttore della Direzione Generale Welfare e direttore della Protezione Civile. Avrà un’organizzazione che in questo momento non sto a elaborare, ma che prevede sistemi informatici, logistica, risorse umane e coordinamento dei volontari“, ha spiegato la vicepresidente di Regione Lombardia.

Come procede la campagna vaccinale


Letizia Moratti durante le comunicazioni sul piano vaccinale in Consiglio regionale, ha anche inquadrato come procederanno ora i lavori. “In Lombardia l’inizio della somministrazione dei vaccini anti Covid per gli ultra ottantenni è previsto per il 24 febbraio“, ha annunciato. In altre zone d’Italia si è invece già provveduto in tal senso, come ad esempio (seppure con diversi problemi tecnici) nella Regione Lazio.

La raccolta delle adesioni per la fascia degli ultraottantenni avverrà tramite medici di base o assistenza domiciliare. Oppure attraverso l’accesso a un portale dedicato, direttamente o con il supporto dei familiari. La persona sarà quindi ricontattata tramite telefonata o SMS. Sarà quindi precisato il luogo in cui effettuare la vaccinazione“, ha concluso l’assessore al Welfare, recentemente chiamata a sostituire Giulio Gallera.


Seguono i numeri sulle vaccinazioni già avvenute in Regione. Così Moratti: “Fino al 31 gennaio in Lombardia, tra personale sanitario, sociosanitario, ospiti e operatori delle Rsa, sono state vaccinate 305.814 persone. 237.793 sono state le prime dosi (il 74% del totale), mentre 68.521 sono state le seconde dosi (21%). Per quanto riguarda il piano di consegne dei vaccini alla Lombardia, dall’1 al 7 febbraio arriveranno 95mila vaccini (84mila Pfizer e 11mila Moderna). Entro fine mese i vaccini consegnati saranno 675.952“.


Tag: CoronavirusGuido BertolasoLetizia MorattiRegione Lombardiavaccinazione