Perché molti No Vax non sopportano Mario Draghi?

Persona dell’anno 2021: gli Oscar della redazione di Newsby
Mario Draghi
newsby Alessandro Bolzani13 Dicembre 2021


Nonostante la presenza di varie convinzioni in comune, i No Vax restano un gruppo eterogeneo e sarebbe sbagliato attribuire un singolo comportamento a ognuno di loro. Tuttavia, è difficile negare che la maggior parte del “movimento” sembra nutrire un forte astio nei confronti di Mario Draghi, il presidente del Consiglio. Nelle ultime ore quest’ostilità è stata confermata dalla diffusione su Telegram di un invito alla condivisione dei “numeri di telefono e gli indirizzi dei criminali”. Tra questi è spuntato anche quello di Draghi, accompagnato dalla minaccia a presentarsi sotto il suo appartamentoogni sera alle 21”. Esemplificativo anche il fotomontaggio in cui il premier è ammanettato e ha i baffetti alla Hitler. Il tutto è avvenuto nel gruppo “Basta dittatura! Ufficiale”, dove vari No Vax stanno creando una lista nera dei loro nemici.

L’astio nei confronti di Draghi

Da dove nasce l’ostilità dei No Vax nei confronti di Mario Draghi? A ben guardare, non c’è mai stato un momento in cui l’attuale presidente del Consiglio ha avuto il benestare di chi è contrario al vaccino. Il suo governo, iniziato nel bel mezzo della pandemia, ha sempre promosso la vaccinazione come uno strumento fondamentale per affrontare l’emergenza Covid-19 e tornare alla normalità. Nel corso dell’ultimo anno questa posizione si è rafforzata, anche grazie all’introduzione di strumenti come il Green Pass, con cui l’esecutivo ha indotto molti indecisi e contrari a vaccinarsi. Di recente è stata introdotta anche una versione “Super” del certificato verde, con ancora più limitazioni per i non vaccinati. Anche l’estensione del vaccino alla fascia 5-11 anni non è stata vista di buon occhio da molti genitori No Vax.

Gli altri nemici dei No Vax

La lista dei nemici dei No Vax è piuttosto lunga. Oltre a Draghi, anche i vari ministri del governo non sono visti di buon occhio (in particolare Roberto Speranza). Nella chat in cui è stato condivisa la proposta di presentarsi ogni sera sotto l’appartamento del premier c’è anche un invito a cercare “gli indirizzi e i numeri di: tutti i ministri, tutti i capi partito che hanno sostenuto la Dittatura, tutti i presidenti di Regione, tutti i virologi da Tv, tutti i collaborazionisti manipolatori nelle Tv e canali di manipolazione vari”.


Tag: Mario Draghino vax