Movida, Sala: “Norme non risolutive, ma non possiamo stare fermi”

Sala: “Ho la casella di posta invasa da mail di cittadini che vogliono dormire la notte, ma d’altro canto ci sono i commercianti che devono lavorare”

“Sappiamo benissimo che non sono norme risolutive, ma non provare a fare niente sarebbe anche peggio”. Lo sottolinea il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine della presentazione del palinsesto per la Arch Week, in merito alle nuove norme sulla movida che entrano in vigore a partire da stasera. “In questo momento siamo obiettivamente in mezzo a tanti fuochi e a tante istanze, perché ci sono i comitati dei cittadini da un lato e i commercianti dall’altro, ci sono poi i ricorsi aperti, quindi abbiamo valutato che stare fermi potrebbe essere la cosa peggiore – osserva – ho la casella di posta invasa da mail di cittadini che vogliono dormire la notte, ma d’altro canto ci sono i commercianti che devono lavorare”, aggiunge il sindaco. “Tutto ciò ha subìto una accelerazione con il Covid. Se tornassi indietro riprenderei la stessa decisione su marciapiedi e strade – ha quindi chiosato Sala.

“Ortombina firmerà il contratto tra pochi giorni”

Sala ha poi parlato dell’ufficializzazione di Fortunato Ortombina in qualità di nuovo sovrintendente del Teatro alla Scala. “Le scelte sono state fatte e adesso si tratta di capire quando Ortombina riuscirà a venire a Milano per la firma del contratto, perché nel frattempo lui fa un altro mestiere. E poi per metterlo in condizioni, il prima possibile, di entrare operativamente nel ruolo del designato, che altre rassicurazioni possiamo dare?”, ha spiegato il primo cittadino. “Il tema – ha proseguito – è che se Ortombina viene tra dieci giorni a Milano non crolla il mondo. Tutti noi dobbiamo avere il dovere di collaborare, non è che se lui non è ancora ufficialmente il designato non si può raccordare con il sovrintendente. Mi sembrano problemi di poco conto, siamo arrivati a questa decisione con un percorso anche lungo e faticoso”. Sala ha poi sottolineato di avere una corrispondenza quotidiana con Ortombina.

Ztl, Sala: “C’è grande richiesta”

Riguardo alla polemica sulle sulle Zone a Traffico Limitato situate in zona Alzaia Naviglio Grande, Sala ha dichiarato quanto segue: “Abbiamo inserito le ztl perché c’è una grande richiesta. Vediamo di continuare sul percorso che abbiamo intrapreso e poi si vedrà”. Il primo cittadino ha poi toccato il tema connesso della sicurezza: “È un tema in generale che le città hanno, ho sempre detto che non è un’emergenza, ma una cosa destinata a finire. È anche molto importante la questione delle forze dell’ordine. Il nostro questore a breve cambierà, mi aspetto che arrivi un questore collaborativo, come da tradizione a Milano.”, queste le sue parole.

Impostazioni privacy