Milano, ‘Youth4Climate’: tafferugli
tra polizia e centri sociali

A Milano la protesta al vertice sul clima che vede la presenza di Greta Thunberg e il presidente del Consiglio Draghi: caricati circa 20 giovani

newsby Francesco Maviglia30 Settembre 2021



Basta, basta!“, sono le sole parole che si sentono. Ma non sono sufficienti ad arrestare i colpi di manganello da parte delle forze dell’ordine. Un gruppo di circa venti persone, appartenenti a varie realtà dei centri sociali di Milano, hanno provato in corteo ad avvicinarsi al vertice sul clima ‘Youth4Climate’, che vede la presenza di Greta Thunberg e il presidente del Consiglio, Mario Draghi. La polizia in tenuta antisommossa ha eseguito una carica di alleggerimento per bloccare il corteo.

Nel breve filmato si vede chiaramente che i manifestanti poco o nulla fanno per contrastare l’assalto degli agenti, limitandosi all’autodifesa. I giovani, scesi in strada a Milano e quasi tutti con la mascherina, indietreggiano. Una ragazza al megafono prova ad urlare: “È una manifestazione pacifica“. Quindi l’ordine viene ristabilito, ma non prima di qualche secondo di grande caos.

‘Youth4Climate’: in cosa consiste l’evento di Milano

Anche Greta Thunberg, la 18enne svedese in primissima linea per sensibilizzare il mondo sulle conseguenze del riscaldamento globale, è a Milano per partecipare allo ‘Youth4Climate’. L’evento, una cinque giorni dedicata al clima, prevede la partecipazione di centinaia di giovani attivisti provenienti da tutto il mondo ed è ospitato proprio nel Bel Paese. L’Italia sarà infatti partner della Gran Bretagna durante la prossima Cop26 che si terrà a Glasgow. Quattrocento giovani, due per ciascuno dei 197 Paesi dell’Onu, discuteranno con esperti della crisi climatica.

Il summit di Milano consisterà in gruppi di lavoro dove ragazzi e ragazze discuteranno su come aumentare la loro partecipazione al processo decisionale. Tra i temi dibattuti anche il ruolo dei giovani nel processo della transizione energetica, la conservazione della natura e come l’istruzione può creare una società consapevole del clima. Già venerdì scorso, in diverse città europee sono ripartiti gli scioperi dei Friday For Futures, proprio in vista del prossimo appuntamento con la Cop26.


Tag: Cambiamento climaticoGreta ThunbergMilanoRiscaldamento globaleYouth4climate