Liguria, la decisione di Toti: “Vietato venire in seconde case a Pasqua”

Liguria che prevede anche il divieto di recarsi nelle barche a uso seconda casa o in bungalow e roulotte: ordinanza in vigore da mercoledì a Pasquetta

newsby Redazione30 Marzo 2021



In Liguria sarà vietato recarsi nelle seconde case e sulle barche da mercoledì prossimo e fino al lunedì dopo Pasqua“. Lo ha annunciato il presidente Giovanni Toti in conferenza stampa. Un provvedimento il cui scopo è molto chiaro: evitare l’esodo verso il territorio regionale di cittadini provenienti da ampie fette del nord Italia in occasione delle feste.

L’ordinanza sulla Pasqua in Liguria: a cosa è dovuta

Dati i numeri in crescita del contagio e il fatto che la Pasqua si celebrerà comunque in zona rossa, ho chiesto agli uffici di predisporre l’ordinanza. La firmerò io in seguito, e fino alla notte di Pasquetta vieterà di recarsi nelle seconde case“, ha infatti annunciato il presidente della Liguria.

Una decisione che Toti ha poi anche voluto spiegare con maggiore chiarezza. È stata presa, infatti, “al fine di evitare l’esodo verso il nostro territorio e anche gli spostamenti tra le nostre città. Soprattutto verso quelle aree più colpite dal Coronavirus. Che, spesso, sono case e seconde case di residenti in Liguria“.

Le spiegazioni del governatore Toti

Il provvedimento è destinato a chiunque abbia una seconda casa in Liguria: “Sia che questa sia fuori Regione, nel senso che i proprietari provengono da altri territori, sia che siano di proprietà o in affitto di persone residenti in Liguria, ma in un’altra provincia o un altro Comune. La stessa cosa vale ovviamente anche per le imbarcazioni adibite ad uso seconda casa. E lo stesso dicasi per le strutture fisse all’interno dei camping, bungalow o roulotte“.

Questo è un provvedimento che mi spiace prendere – ha ammesso Toti –. Ma siamo sempre stati molto attenti a limitare al minimo le libertà individuali dei nostri cittadini e anche dei turisti che ci frequentano. Essendo però tutto chiuso ed essendo zona rossa, riteniamo di fare un danno limitato all’economia della Regione. E, soprattutto, proviamo ad abbassare la curva del contagio“.


Tag: Giovanni TotiLiguriaPasquaZona Rossa