Donna scozzese ritrova fede nuziale persa in un campo di patate 50 anni fa

Autore della straordinaria scoperta è stato Donald MacPhee, proprietario di un ostello nelle Western Isles, determinato a ritrovare l'anello della signora con il suo metal detector

Donna scozzese ritrova fede nuziale persa in un campo di patate 50 anni fa
Donna scozzese ritrova fede nuziale persa in un campo di patate 50 anni fa
newsby Linda Pedraglio3 Dicembre 2021


Un’anziana signora scozzese ha ritrovato dopo più di cinquant’anni la fede nuziale che aveva perduto in un campo di patate. Autore della straordinaria scoperta è stato Donald MacPhee, proprietario di un ostello nelle Western Isles, determinato a ritrovare l’anello della signora, dopo aver appreso la sua storia in un bar del paese.

Ritrovata fede nuziale persa 50 anni fa

Armato di metal detector, Donald MacPhee ha setacciato, per giorni e giorni, il terreno, in cerca di quel vecchio anello perduto. Là dove un tempo sorgeva il campo di patate, oggi c’è un prato sabbioso che si affaccia sulla costa, il Liniclate Machair. L’area, diventata un luogo popolare per bere nel corso degli anni, custodiva un numero significativo di lattine sepolte, che hanno confuso la ricerca sonora della fede nuziale. Ma, dopo tre giorni di indefesse ricerche, il metal detector ha individuato il tanto sospirato anello di matrimonio. “E’ stato emozionante“, confessa Donald MacPhee alla BBC.

La storia della signora della signora Peggy MacSween

Peggy MacSween, che ora ha 86 anni, era convinta di aver perso per sempre la fede nuziale, dopo che le era scivolata dal dito mentre raccoglieva patate nella sua casa di Benbecula alle Isole Ebridi. Stavo scuotendo la sabbia dai miei guanti e l’anello è scomparso. Me ne sono accorta quando sono tornata a casa. Sono uscito una o due volte a cercarlo, ma non c’era modo di trovarlo“, ricorda MacSween. Suo marito, John, che sposò nel luglio 1958 e morì alcuni anni fa, le comprò un sostituto mentre erano in vacanza.

Le ricerche con tanto di metal detector

Per tre giorni ho cercato e scavato 90 buche. Il problema è che gli anelli d’oro emettono lo stesso suono dell’anello che cercavo. Ne ho trovati molti, così come molte altre cose, ad esempio ferri di cavallo e lattine“, spiega MacPhee, che gestisce l’ostello Nunton House di Benbecula. “Ma il terzo giorno ho trovato l’anello. Ero assolutamente sbalordito. Avevo setacciato un’area di 5.000 mq. Era una possibilità su 100.000.  Sicuramente è stata la mia migliore scoperta. Un colpo di fortuna. C’era di mezzo la tecnica, ma – conclude MacPhee – sono stato solo fortunato“.

Il ritrovamento delle fede nuziale

Dopo averlo estratti dal terreno, MacPhee ha portato l’anello direttamente al suo proprietario. “Era in condizioni immacolate. Se l’è messa al dito ed è ancora perfettamente aderente” racconta l’uomo. “Appena è arrivato alla porta, ha detto: Ho qualcosa da mostrarti“, prosegue la donna. “Era l’anello. Non potevo crederci, ma era così. Pensavo che non l’avrei mai più rivisto“. MacPhee, che ha scoperto i metal detector dopo aver visto alcuni video su YouTube, non ha mai provato tanto emozione nel reperire un oggetto, come racconta alla BBC.


Tag: Donald MacPheeFede nuzialegoodPeggy MacSweenScozia