De Luca: “Non si trovano più camerieri, preferiscono il reddito di cittadinanza”

Il governatore della Regione Campania nel consueto appuntamento su Facebook

newsby Redazione15 Maggio 2021



Per il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, “non si trovano più camerieri e lavoratori per le attività stagionali, mi hanno detto che per questo alcune attività non riapriranno. Bene, questo è uno dei risultati paradossali dell’introduzione del reddito di cittadinanza“. “Se mi dai 700 euro al mese e vado a fare qualche doppio lavoro non ho interesse ad alzami alle sei e ad andare a lavorare in una industria di trasformazione agricola“, ha detto nel corso di una diretta Facebook.

A volte c’è gente che prende il reddito di cittadinanza e va a fare lavoro in nero. Si sono create delle anomalie, degli imbrogli come sempre in Italia, che finiscono per danneggiare l’economia del nostro Paese. Noi abbiamo il dovere di garantire il reddito alla povera gente e a chi non ce la fa, ma dobbiamo garantire il reddito familiare e dobbiamo evitare il paradosso di arrivare al punto di non avere più lavoratori stagionali“, ha aggiunto De Luca.

Le reazioni alle parole di De Luca

Dopo le parole di De Luca, sui social è scoppiata una polemica pressoché inevitabile. Molti utenti hanno sottolineato come spesso le proposte dei ristoratori siano tutt’altro che allettanti. “Sarebbe interessante capire se De Luca preferisce 700 euro per 12 ore di lavoro senza contratto o 700 euro per stare a casa, che dite? Cosa sceglie?


Tag: CampaniaVincenzo De Luca