Ddl Zan, Torino: “Niente legge contro omofobia con gli omofobi”

Si sono ritrovati in migliaia in piazza Castello per manifestare a favore dell'approvazione del Ddl Zan. Presente anche il sindaco Appendino

newsby Sara Iacomussi5 Giugno 2021



“Dopo un anno di pandemia è bellissimo tornare in piazza anche perché il Ddl Zan ci impone di essere qui”. A dirlo è Gabriele Piazzoni, segretario nazionale Arcigay, durante la proposte in piazza Castello a Torino a favore del Ddl Zan. “La legge è in stallo. Vogliamo che venga approvata senza mediazioni al ribasso. Le mediazioni non hanno senso: non si può fare una legge contro l’omofobia con gli omofobi“.

Appendino sul Ddl Zan: “Inaccettabile che partiti come la Lega la stiano boicottando”

Migliaia le persone che sono arrivate in piazza Castello nel capoluogo piemontese, con bandiere arcobaleno. Grande assente, invece, è la Regione Piemonte. “Questa non è una battaglia politica di una parte, ma per riconoscere dei diritti. Mi spiace che alcune forze politiche non siano presenti e trovo inaccettabile che partiti come la Lega la stiano boicottando” ha detto Chiara Appendino, sindaco di Torino, presente alla manifestazione.

“Sono qui con la fascia tricolore perché la citta intera, in tutte le sue componenti, ha scelto da che parte stare” ha detto Appendino dal camioncino che da sul palcoscenico. “Sono qui a titolo personale e della città per dire grazie ad un grande movimento di opinione e persone scese in piazza oggi, che chiede di approvare una legge così com’è, senza ulteriori compromessi al ribasso“.

La polemica, a distanza, di Adriano Crepaldi

Arriva, a distanza, la polemica di Adriano Crepaldi, presidente dell’associazione Azione Cristiana Evangelica: “È normale che Appendino abbia deciso di partecipare oggi al Torino Pride, manifestazione indetta per sostenere il Ddl Zan che è palesemente incostituzionale? Anche il Movimento Cinque Stelle, ormai al collasso, ha deciso di promuovere, per tentare di raccogliere qualche misero voto. La distruzione della libertà di pensiero, tutelata dall’articolo 21 della Carta fondamentale del nostro Paese”.

La manifestazione di oggi, a favore del Ddl Zan, ha sostituito la tradizione sfilata del Pride che solitamente si tiene in questo periodo per le strade del capoluogo piemontese.


Tag: Ddl ZanmanifestazionePride