Covid, Figliuolo: “Curve e contagi calano, quarta dose non prevista”

Il commissario Figliuolo fa il punto sulla battaglia contro il Covid: "Ulteriore dose vaccino non prevista, ma siamo pronti. Ora non abbassare la guardia"

newsby Marco Enzo Venturini6 Febbraio 2022


Non ci dovrebbe essere una quarta dose di vaccino contro il Covid. Lo afferma Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza, in un’intervista concessa a ‘Repubblica’. E qui si sottolinea anche una situazione su cui ormai converge la maggior parte degli esperti, ossia che il ritorno alla normalità non è più una chimera.

Evitate “peggiori conseguenze” di Omicron: “Ma non abbassiamo la guardia”

L’accelerazione sulle terze dosi in autunno ci ha messo al riparo dalle peggiori conseguenze di Omicron“, ha spiegato il generale Figliuolo. Che però è tornato a sottolineare un aspetto importante, ossia che non si può frenare nella campagna di somministrazione del vaccino anti Covid ai più piccoli. “Quasi tutte le fasce d’età sono vicine al 90%. Ora tocca ai bambini, ancora al 34%. Il vaccino è importantissimo anche per loro“, ha affermato.

In altre parole, è fondamentale non abbassare la guardia nonostante le buone notizie. “Le curve di contagi e ricoveri continuano a calare. Il virus del Covid però circola ancora. Bisogna tenere alta l’attenzione ora che entriamo in una fase più favorevole, in cui le risorse sanitarie potranno essere ribilanciate verso la loro naturale destinazione. Ossia la cura delle patologie gravi e la prevenzione“, ha osservato Figliuolo.

Figliuolo e l’importanza del vaccino nella lotta al Covid

Il generale ha quindi ricordato per quale motivo si continui a lodare il vaccino nonostante in queste settimane il Covid sia ampiamente circolato. “Omicron ha causato una forte impennata di contagi, ma non un aumento altrettanto repentino dei ricoveri – ha fatto notare Figliuolo –. Questo è avvenuto proprio grazie alla copertura così ampia. Se non avessimo accelerato sulle terze dosi, con un numero di somministrazioni giornaliere notevole, i ricoveri avrebbero avuto ben altro andamento. Le conseguenze le avremmo viste sugli ospedali, ma anche sull’economia“.

Infine l’attesa dichiarazione sull’eventuale e chiacchierata ulteriore dose di vaccino anti Covid. “Una quarta vaccinazione come le precedenti non è prevista per il prossimo futuro. Ma il sistema delle somministrazioni ha dato buona prova di sé. Credo che si farà trovare pronto per qualsiasi evenienza“, ha spiegato Figliuolo.


Tag: campagna vaccinaleCovidFrancesco Paolo FigliuoloVaccinoVariante Omicron