Coronavirus, Ippolito: “24 settimane per finire sperimentazione vaccino”

"Italia protagonista nella guerra vaccini, non per arrivare prima ma per non essere schiavi"

newsby Redazione24 Agosto 2020



Ci vorranno almeno 24 settimane per completare la fase I di sperimentazione sull’uomo del vaccino” anti Covid-19, ha detto il direttore scientifico dell’istituto Spallanzani Giuseppe Ippolito, a margine della prima inoculazione del vaccino italiano in un volontario. “Poi passeremo alla fase successiva per la quale ci stiamo già preparando. Giocare sui tempi e ridurre la sperimentazione non è utile. L’Italia con questo vaccino entra da protagonista nella guerra dei vaccini, non per arrivare prima ma per arrivare meglio e mettere il Paese in un sistema di parità. Perché avere un vaccino italiano significa non essere schiavi e servi di altri Paesi che diranno ‘io prima’“, ha spiegato. “Il nostro è un protocollo complesso è scrupoloso – ha aggiunto – che garantirà la massima sicurezza“.

Magrini (Aifa): “Vaccino interamente italiano, bellissimo giorno”


Penso che sia un bellissimo giorno quello in cui iniziamo la fase I di un vaccino interamente italiano su cui vi è un interesse delle autorità pubbliche e di governo per entrare in un accordo futuro di messa a disposizione del vaccino“, ha dichiarato Nicola Magrini, il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco. “Importante sottolineare il contributo di Reithera alla ricerca internazionale. È uno dei vari vaccini che si stanno sperimentando. Complimenti a tutti. Siamo stati felici di approvarlo molto rapidamente, attendiamo i risultati“, ha detto Magrini.

 


Tag: CoronavirusVaccino