Sport, presentato il Premio Aldo Biscardi: “Più avanti di tanti altri”

La presentazione del premio, la cui prima edizione si terrà a giugno 2022, è stata un'occasione per ricordare il celebre giornalista di Larino

newsby Andrea Corti9 Dicembre 2021



Il Salone d’Onore del Coni ha fatto da cornice, nella giornata di giovedì 9 dicembre, alla presentazione del ‘Premio Aldo Biscardi alla Comunicazione e allo Sport’. Un riconoscimento voluto dalla famiglia del celebre giornalista sportivo, scomparso nel 2017, per onorarne la memoria e gratificare chi, come lui, ha ottenuto successi nel campo dello sport e della comunicazione.

La consegna dei premi della prima edizione avverrà il 25 giugno 2022 nella Sala Freda del Palazzo Ducale di Larino (Campobasso), paese natale di Biscardi. Alla presentazione hanno partecipato volti dello sport, del giornalismo e della tv che hanno lavorato con il volto simbolo del ‘Processo’ del lunedì sera.

Premio Aldo Biscardi, le parole di Giovanni Malagò e Italo Cucci

Fra i presenti anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “Era un personaggio – ha dichiarato a margine della presentazione, parlando di Biscardi -. Ha inventato un modo di fare giornalismo e televisione. La figlia Antonella è stata strepitosa nel riunire qui una quantità e qualità di persone del mondo dello sport, della televisione, della radio e dello spettacolo. Protagonisti di ieri e di oggi. Molto belle le idee della fondazione e di questo premio“.

Italo Cucci, che per anni ha affiancato Biscardi al ‘Processo’, ha aggiunto: “Io sono qua perché ho vissuto buona parte della mia vita con Aldo, da collega e da amico. I vent’anni con lui mi hanno dato quella popolarità che mai solo i giornali avrebbero potuto darmi. Insieme siamo arrivati al Paradiso del popolo. Aldo era un grande comuncatore e venditore di immagini”.

Max Giusti: “Era più avanti di tanti altri”

A ricordare Biscardi al Salone d’Onore del Coni c’era anche uno dei suoi imitatori, il comico Max Giusti. “Aldo era uno che non aveva paura di fare quello che riteneva più giusto – ha detto -. L’hanno screditato da una parte e osannato dall’altra, ma il suo progetto, oggi, sembra molto più chiaro. Era più avanti di tanti altri nel suo mestiere”.


Tag: Aldo BiscardiGiovanni MalagòItalo CucciMax Giusti