Leclerc-Verstappen: due fuoriclasse a confronto

Il pilota della Ferrari ha iniziato alla grande il suo 2022, conquistando la prima posizione nel Gran Premio d'apertura disputatosi in Bahrain. Lo scontro con Verstappen è stato acceso fino all'ultimo respiro, ma l'olandese ha dovuto arrendersi a causa di un problema tecnico registrato negli ultimi giri.

Charles Leclerc
Foto Unsplash | @moritzgrf
newsby Redazione9 Aprile 2022


Due settimane più tardi rispetto alla MotoGP, anche la nuova stagione di Formula 1 ha preso il via. Dopo lo scorso incandescente finale di stagione, caratterizzato dal duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton e segnato dalla vittoria dell’olandese, il campione in carica della Red Bull sembra aver trovato un nuovo rivale sulla sua strada: Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari ha iniziato alla grande il suo 2022, conquistando la prima posizione nel Gran Premio d’apertura disputatosi in Bahrain. Il talento monegasco ha spezzato un digiuno che per la Ferrari durava dal 2019, quando Sebastian Vettel vinse a Singapore. Lo scontro con Verstappen è stato acceso fino all’ultimo respiro, ma l’olandese ha dovuto arrendersi a causa di un problema tecnico registrato negli ultimi giri.

Charles Leclerc e Max Verstappen: lotta serrata

L’avvio di stagione della Red Bull è stato a dir poco disastroso, considerando anche il ritiro di Sergio Perez all’ultimo giro, finito in testacoda mentre si trovava in terza posizione. La lotta tra Charles Leclerc e Max Verstappen è stata serrata fin dall’inizio, anche se il pilota della Ferrari, inizialmente, si era già riuscito a costruire un vantaggio di 2 secondi sul rivale. Tra il sedicesimo e il diciottesimo giro le emozioni e i colpi di scena non si sono di certo risparmiati: doppio sorpasso di Verstappen e doppio controsorpasso di Leclerc. Dopo un tentativo di riavvicinamento da parte dell’olandese, il monegasco ha allungato ancora di 3 secondi. Al cinquantesimo giro lo scatto decisivo di Leclerc ha permesso a Sainz di insidiare Verstappen, che, dopo aver perso potenza, ha perso la seconda posizione e si è ritirato, concedendo la doppietta al Cavallino.

La settimana successiva il campione in carica ha trovato subito il modo di rifarsi, ottenendo la rivincita nello scontro diretto proprio con Leclerc. Il Gran Premio di Jeddah, infatti, si è deciso proprio negli ultimi 3 giri, quando, grazie ad un ottimo assalto finale, Verstappen è riuscito ad avere la meglio e a trionfare. La Ferrari, tuttavia, ha dimostrato di essere sulla strada giusta, lo testimoniano la seconda posizione del primo pilota e la terza posizione di Sainz. Dopo il sorpasso di Verstappen, tra l’altro, Leclerc non è riuscito a trovare il modo di tentare un controsorpasso anche e soprattutto a causa dell’incidente avvenuto nel primo settore tra Albon e Stroll, con la doppia bandiera gialla che ha vanificato un ulteriore attacco. Con un avvio di stagione prodigioso e con il punto addizionale ottenuto grazie al giro veloce, Leclerc è rimasto comunque al comando della classifica generale.

L’Australia e un duello che si rinnova

Al ventesimo giro della gara disputata in Bahrain, il pilota della Ferrari è riuscito a sventare un tentativo di attacco sul rettilineo da parte di Verstappen. Dopo diversi sorpassi e controsorpassi, a 3 giri dal termine l’olandese è riuscito ad aprire il Drs sul rettilineo e a portarsi in testa. Leclerc, più agguerrito e competitivo che mai, ha provato fino all’ultimo giro il controsorpasso ai danni dell’olandese, ma le bandiere gialle lo hanno notevolmente condizionato, portandolo a doversi accontentare di un comunque ottimo secondo posto.

Ora lo sguardo è rivolto alla terza gara in Australia, sul celebre tracciato di Melbourne, un tempo circuito d’esordio del campionato di Formula 1, molto fortunato per la Ferrari. Basta ricordare che il pilota che ha raccolto più successi nel GP di F1 in Australia è Michael Schumacher (4), il quale detiene anche il record per il giro più veloce di sempre su questa pista (1’24”125, stabilito nel 2004) ottenuto in una delle annate migliori delle “Rosse”. Sarà di nuovo la scuderia di Maranello a trionfare? Ancora poco e sapremo.


Tag: Charles LeclercFormula 1Max Verstappen