Internazionali d’Italia, Binaghi: “Settembre soluzione migliore”

Il presidente della Federtennis: "Dobbiamo cercare di fare questo bel regalo al maggior numero di persone possibili"

newsby Andrea Corti18 Giugno 2020



L’ufficialità a proposito della riprogrammazione degli Internazionali d’Italia è finalmente arrivata. Il torneo di tennis si svolgerà dal 20 al 27 settembre prossimo, in seguito al rinvio per l’emergenza coronavirus. Un risultato che fa felice il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi: “Ce l’abbiamo fatta. Abbiamo ragionato con Sport e Salute che la data migliore potesse essere settembre – le sue parole -. Supponiamo che sia addirittura migliore di maggio. Ci saranno tutti i giocatori migliori al mondo. Dobbiamo cercare di fare questo bel regalo al maggior numero di persone possibile. Per la sicurezza i giocatori e il pubblico avranno regole particolari. Pensiamo che una soluzione possa essere quella di abolire i ground. Per quest’anno non ci saranno autografi o selfie con i giocatori. Come ha deciso l’Atp il montepremi sarà ridotto del 30%, lo sarebbe stato del 40% in caso di porte chiuse. E’ positiva questa condivisione di ripercussioni tra organizzatori e giocatori“.

“Uno dei nostri può vincere gli Internazionali d’Italia”


Binaghi, presentando i prossimi Internazionali d’Italia, si è poi augurato che a trionfare possa essere un tennista italiano. “E’ un’edizione molto particolare perché abbiamo un buon numero di giocatori italiani che possono essere protagonisti e anche vincere il torneo“, la sua speranza.
E ancora: “Berrettini è il n. 8 del mondo, Fognini è detentore del torneo di Montecarlo, abbiamo alcuni dei giovani emergenti più forti del mondo come Sinner. Questa lunga pausa ha ridotto il gap fra i primi due-tre giocatori del ranking e quelli che stanno dietro: tra questi ultimi i più forti sulla terra sono gli italiani. Questa edizione rende ancora più incerta la vittoria finale“, conclude Binaghi.


Tag: Angelo BinaghiInternazionali d'Italia