Coronavirus, Pancalli: “Per atleti disabili effetto negativo a livello sociale”

"Per i nostri ragazzi spesso sport era unico momento di inclusione"

newsby Andrea Corti2 Aprile 2020


(Roma). “Un primo effetto negativo è sotto il profilo dell’impatto sociale: il nostro associazionismo sportivo di base assolve a un’importantissima funzione sociale. Oggi è la giornata mondiale dell’autismo: per tutti i ragazzi con autismo e disagio intellettivo medio-grave spesso lo sport è l’unico momento che hanno, 2-3 volte a settimana di vivere un momento inclusivo. Non sappiamo ancora quale sia il danno economico. Il rinvio delle Paralimpiadi significa il sogno infranto degli atleti che stavano per partire. Ma i nostri atleti sono in grado meglio di tutti di rialzarsi. Si tratta di riprogrammare il percorso di avvicinamento al momento più importante della loro vita sportiva. Ho apprezzato la decisione di rinviare di un anno”. Lo ha detto il presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, a proposito delle conseguenze della crisi del coronavirus sul suo movimento.


Tag: CoronavirusLuca Pancalli