Re Carlo, un’attivista mette in dubbio il suo trono: l’uomo viene incrimnato

Re Carlo cerimonia
Re Carlo cerimonia successione Newsby Ansa
newsby Barbara Di Castro15 Gennaio 2023


Re Carlo III ha conquistato il trono subito dopo la morte della Regina Elisabetta, che ha regnato più di 70 anni. Il primogenito della sovrana, più volte contestato dai sudditi e dall’opinione pubblica per alcune sue scelte e atteggiamenti, ha sin da subito dimostrato di voler seguire le orme della madre, ma effettuando alcuni cambiamenti.

Com’è noto Carlo non gode di ampia popolarità, in molti avrebbero preferito che abdicasse e lasciasse il ruolo di regnante al figlio William e alla moglie Kate, volti molto amati nel Regno Unito e considerati i legittimi eredi della regina Elisabetta II. L’attuale sovrano di Inghilterra è stato anche contestato pubblicamente, alcuni attivisti hanno insinuato che il reale non avrebbe un atteggiamento favorevole alla corona e non agirebbe a favore del popolo inglese.

Re Carlo cerimonia
Re Carlo cerimonia successione Newsby Ansa

Re Carlo, un’attivista lo accusa usando parole “nocive e pericolose”

Un noto attivista militante in Inghilterra ha accusato pubblicamente re Carlo di avere un comportamento non qualificabile da sovrano. Symon Hill, questo il nome dello scrittore sovversivo,  durante la cerimonia della successione avvenuta a Tower, Oxford, lo scorso 11 settembre, avrebbe usato parole “nocive e pericolose” nei confronti del reale. L’intellettuale dovrà rispondere del suo comportamento ingiurioso davanti al giudice. A quanto pare il reale non ha intenzione di soprassedere a offese inopportune e inadeguate che avrebbero anche causato comportamenti pericolosi.

Ovviamente la versione di Hill è totalmente diversa da quella narrata nell’accusa. Lo scrittore sostiene di essersi trovato nell’apposita piazza per caso, non ha infatti organizzato nessun atto offensivo: “Mi stavo recando in chiesa quella mattina, quando ho scoperto che proprio in quella piazza era in corso la proclamazione, come in ogni altra città del Regno Unito, È stato solo quando hanno dichiarato che Carlo era “Re Carlo III” che ho gridato ‘Chi lo ha eletto?”. Lo scrittore è anche certo che nessuno nella piazza lo ha sentito o ha preso sul serio le sue parole, tanto che non si sono verificati disordini o disagi per la popolazione presente.

Re Carlo video tv
Re Carlo Discorso alla Nazione Newsby Ansa

Carlo III non conquista gli inglesi: continuo calo di consensi

Re Carlo III non sembra riuscire a conquistare gli inglesi. Nonostante il ruolo di sovrano gli spetti di diritto il neo re non riesce ad ottenere i consensi dal suo popolo. In questi mesi ha agito nel rispetto del protocollo e ha regnato secondo i dicta della regina Madre, che invece era molto popolare e amata dalla sua gente. Carlo desidera fare dei cambiamenti, ma non riesce ad avere l’approvazione popolare e questo rende difficile l’esercizio delle sue funzioni.

Per il momento Carlo ha attuato un taglio delle spese, ridotto alcuni costi, ma non sembra voler rinunciare alla cerimonia sfarzosa prevista per la sua incoronazione che si terrà il prossimo Maggio. Questa scelta non piace agli inglesi che in diversi modi hanno dimostrato il loro dissenso in merito. Sono pronti ai sacrifici economici proposti dal sovrano per il bene della corona, ma lo stesso deve fare la famiglia reale. In molti si chiedono se l’istituzione della monarchia sia ancora opportuna e questo non è un pensiero legato solo al mancato carisma del reale.