Coronavirus, “Gerry Scotti è stato in terapia intensiva”: la smentita

Il conduttore aveva annunciato di essere positivo a fine ottobre: il trasferimento in ospedale pochi giorni dopo a causa di difficoltà respiratorie

Gerry Scotti
newsby Ilaria Macchi11 Novembre 2020


Gerry Scotti è apprezzato dai suoi tantissimi fan per il rapporto di trasparenza che ha da sempre con loro e l’atteggiamento confidenziale. Proprio per questo ci aveva tenuto a comunicare in prima persona di essere risultato positivo al Coronavirus. Dal giorno dell’annuncio, che risale allo scorso 26 ottobre, la situazione è però cambiata, al punto tale da richiedere il ricovero in ospedale. Una situazione vissuta anche da altri colleghi, quali Carlo Conti (il conduttore è tornato a casa da un paio di giorni, ma prosegue l’isolamento) e Iva Zanicchi.  Nelle ultime ore si era parlato di un trasferimento in terapia intensiva durato qualche giorno, ma questa indiscrezione è stata smentita dall’ufficio stampa del conduttore.

Gerry Scotti è stato in terapia intensiva? Cosa è accaduto

Il numero di personaggi famosi che sta vivendo in prima persona cosa significhi contrarre il Coronavirus è in costante crescita. Non per tutti, però, questa fase sembra essere una passeggiata. Ne sa qualcosa Gerry Scotti, che aveva cercato di non abbattersi di fronte alla diagnosi. Anzi, nel suo annuncio sui social aveva sottolineato di essere tranquillo grazie al supporto costante da parte dei medici che lo avevano in cura.

La testata di TPI aveva però messo in allarme tutti i fan del conduttore di Miradolo Terme, arrivando a parlare non solo di un ricovero in ospedale, ma anche di un trasferimento in terapia intensiva durato qualche giorno. Il paziente, avrebbe infatti manifestato difficoltà respiratorie.

Ora, però, è l’ufficio stampa del volto delle reti Mediaset, Massimo Villa, a voler fare chiarezza e a dire apertamente cosa sia accaduto negli ultimi tempi: “Gerry Scotti sta bene, non è mai stato in terapia intensiva – ha spiegato a Fanpage.it -. È ancora ricoverato ma uscirà a breve, nei prossimi giorni. A grandi linee, ha avuto un decorso simile a quello di Carlo Conti. È stato ricoverato perché ha preso il Covid in maniera abbastanza tosta, ma non è mai stato a rischio. Aveva soprattutto una febbre che non riusciva a debellare. Per questo ha deciso di farsi ricoverare”.

Fortunatamente, la situazione generale appare in miglioramento: “Pensava di scamparla, poi però ha visto che la febbre – che non era un febbrone – senza Tachipirina tendeva a risalire e si è preoccupato – ha detto ancora Villa -. L’ho sentito mezz’ora fa, mi ha detto che i valori sono a posto, i medici sono contenti e lui anche. La febbre è sparita e i valori sono rientrati nei parametri. Dovrà fare il tampone per capire se è ancora positivo al Covid. Non sappiamo ancora quando tornerà al lavoro, meglio un giorno dopo che un giorno prima, per tutelare lui e quelli insieme ai quali lavora. Non siamo solo prudenti, di più”.

Tutto questo non comprometterà, almeno per ora la presenza di Gerry Scotti in Tv. “Chi vuol essere milionario?” è infatti terminato, mentre “Tu sì que vales” e “Caduta libera” sono registrati.


Tag: CoronavirusGerry Scotti