Fausto Leali verso la squalifica al GF Vip: il televoto è stato annullato

Il cantante è finito nell'occhio del ciclone per avere utilizzato la parola "negro" riferendosi a Enock Barwuah

Newsby Ilaria Macchi 21 Settembre 2020

L’avventura di Fausto Leali al “Grande Fratello Vip” potrebbe essere già giunta al termine. E non per essere finito in nomination insieme a Massimiliano Morra: la redazione del programma ha infatti deciso, a poche ore dalla diretta in programma questa sera, di annullare il televoto a causa di un provvedimento disciplinare che sarà preso nei confronti di un concorrente. Non sono stati forniti ulteriori dettagli né il nome del diretto interessato. Il “sospetto” che la questione possa riguardare il cantante è però più che concreto.

Il televoto che vedeva coinvolti i concorrenti Fausto Leali e Massimiliano Morra è stato annullato a causa di un provvedimento disciplinare nei confronti di un concorrente – questo il comunicato diffuso dal programma -. Nella puntata di oggi, lunedì 21 settembre, di “Grande Fratello Vip” tutti i dettagli di questa decisione. Gli utenti che hanno espresso il proprio voto tramite sms nella sessione annullata verranno rimborsati”.

Fausto Leali e le parole razziste contro Enock

L’interprete di “A chi” è finito nell’occhio del ciclone in seguito a una conversazione con Enock Barwuah, fratello di Mario Balotelli. Il cantante si è infatti rivolto al ragazzo con l’appellativo di “negro”. Il giovane ha provato a fare capire al suo compagno di avventura come quel modo di esprimersi fosse sbagliato, soprattutto perché entrambi stanno prendendo parte a una trasmissione in diretta 24 ore su 24. “Da casa ci guardano, non deve passare questa cosa” – sono state le parole del fratello di Supermario.

Nemmeno questo ammonimento ha portato Leali ad ammettere di avere fatto un errore. Lui, infatti, si è giustificato facendo riferimento a una delle sue canzoni più celebri, “Angelo Negro“. “Che cosa dovrei fare con le mie canzoni con i negri?” – ha detto Fausto.

In questo frangente il ragazzo ha mostrato una diplomazia da fare invidia e ha voluto chiudere il discorso in maniera pacifica, ma ribadendo la sua posizione: “Ho capito cosa vuoi dire ma è una parola che non deve essere detta altrimenti la gente pensa che sia normale dirlo“.

Lo “scivolone” su Mussolini

In soli sette giorni di permanenza dentro la “Casa” Leali si è reso protagonista anche di un altro discorso che ha finito per scatenare non poche polemiche da parte del pubblico. Nel corso di una discussione con alcuni coinquilini, Patrizia de Blanck, Pierpaolo Petrelli, Enock Barwuah e Massimiliano Morra, il cantante ha voluto dire la sua su un personaggio che ha segnato la storia, anche se non per motivi positivi: Benito Mussolini.

Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini“. Sui social sono stati in tantissimi a scagliarsi contro di lui, sottolineando come quello fosse un messaggio sbagliato. Un concetto che è stato ribadito nella scorsa puntata anche da Alfonso Signorini, che lo aveva invitato a prestare attenzione alle parole utilizzate. Un monito che però non è stato ascoltato.

 

 

Impostazioni privacy