Tumori: prevenzione e screening polmonare, in arrivo le “case comunità”

Marcello Gemmato ha annunciato: “Mille Case comunità per prevenzione e screening polmonare”. Un’importante iniziativa per la lotta al tumore. 

In un contesto sanitario nazionale che vede una crescente attenzione verso le politiche di prevenzione, emerge l’iniziativa promossa dal sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato. Durante la presentazione dei risultati del programma della Rete italiana di screening polmonare (Risp), tenutasi a Roma, Gemmato ha annunciato un ambizioso progetto che mira a rivoluzionare l’approccio alla lotta contro il tumore al polmone.

tumore polmone screening casa della comunità
Nuova iniziativa per gli screening tumorali – newsby.it

Il fulcro dell’intervento di Gemmato si concentra sulla necessità di ribaltare l’attuale distribuzione delle risorse nel settore sanitario. Attualmente, il 95% del Fondo sanitario nazionale è destinato alle cure mediche, lasciando solo il 5% agli interventi preventivi. Questa disparità evidenzia una tendenza a curare le malattie piuttosto che prevenirle, un approccio che secondo il sottosegretario deve essere invertito per garantire la sostenibilità del sistema sanitario pubblico.

Il costo del tumore al polmone e l’importanza dello screening

La strategia proposta da Gemmato si articola attraverso la creazione di mille “Case della comunità“, strutture all’avanguardia dove verranno insediati centri dedicati alla prevenzione primaria e secondaria. L’obiettivo è quello di identificare e prendere in carico i soggetti maggiormente a rischio di sviluppare tumori polmonari, offrendo loro programmi di screening adeguati. Queste case rappresentano non solo un punto di riferimento per la diagnosi precoce ma anche centri dove promuovere stili di vita salutari e consapevoli.

screening tumore polmone
Lo screening è fondamentale – newsby.it

Gemmato pone l’accento sul costo elevato che il tumore al polmone comporta per le casse pubbliche: 2,5 miliardi di euro all’anno. Una cifra impressionante che sottolinea quanto sia cruciale investire in programmi efficaci di prevenzione. Lo screening rappresenta uno strumento fondamentale non solo per salvaguardare la salute dei cittadini ma anche per ottimizzare le risorse finanziarie destinate al settore sanitario.

L’iniziativa annunciata dal sottosegretario si inserisce in un contesto più ampio volto a riformulare i modelli organizzativi del sistema sanitario italiano. La prevenzione deve diventare un pilastro portante su cui costruire politiche sanitarie efficaci ed efficienti. In questo scenario, lo screening per il tumore al polmone assume una doppia valenza: da un lato contribuisce a ridurre significativamente i costi legati alle cure oncologiche; dall’altro migliora sensibilmente la qualità della vita dei pazienti grazie alla diagnosi precoce.

L’impegno espresso da Marcello Gemmato riflette una visione innovativa e lungimirante nel campo della salute pubblica. Attraverso queste mille Case della comunità dedicate allo screening e alla prevenzione dei tumori polmonari, si apre una nuova frontiera nella battaglia contro questa patologia devastante. Un approccio proattivo che punta non solo a salvaguardare la salute dei cittadini ma anche a garantire la sostenibilità futura del sistema sanitario nazionale.

Impostazioni privacy