Sembra un comune brufolo ma non lo è, se lo tocchi rischi un’infezione molto grave: medici in allarme

Sul corpo a volte può comparire una piccola protuberanza al di sotto della cute e a crescita lenta, solitamente innocua: ecco di cosa si tratta.

C’è un motivo se la nostra pelle è porosa. Senza pori, i nostri corpi non avrebbero un modo naturale per rinfrescarsi e la nostra pelle si seccherebbe facilmente. I pori possono essere ostruiti da una varietà di sostanze, la maggior parte delle quali sono prodotte naturalmente dal corpo, come cellule morte della pelle, capelli e olio.

La verità su queste protuberanze della pelle
Attenzione a questi “brufoli”: non si tratta di acne (newsby.it)

Naturalmente, i brufoli potrebbero non essere l’unica preoccupazione. Protuberanze rosse, grandi e profonde note come cisti sebacee possono anche derivare da pori profondamente ostruiti. Ma di cosa si tratta esattamente?

Attenzione a queste protuberanze sulla pelle: cosa fare per eliminarle

Le cisti sebacee a volte possono assomigliare ad altri problemi della pelle e ad alcuni brufoli. Sebbene queste condizioni siano correlate, comportano implicazioni diverse e devono essere trattate in modo differente. Le cisti sebacee possono comparire sul cuoio capelluto, sul viso, sulle orecchie, sulla schiena o sulla zona inguinale.

piccole protuberanza che sembrano brufoli ma sono infette
Cisti sebacee: cosa sono e come rimuoverle (newsby.it)

A volte, se non si trattano, possono diventare molto grandi e scomode, il che potrebbe giustificare un intervento chirurgico per la rimozione. Queste ultime coinvolgono le ghiandole sebacee, che secernono olio e altri grassi e lubrificano i capelli e la pelle. Possono svilupparsi se la ghiandola o il suo condotto viene danneggiato o bloccato. Ciò di solito si verifica a causa di un trauma nell’area, come una ferita chirurgica o una condizione della pelle, come l’acne.

Il sintomo principale è un nodulo sotto la pelle e la maggior parte sono innocue e raramente necessitano di trattamento. Vengono talvolta confuse con le cisti epidermoidi o le cisti da inclusioni epidermiche, che sono correlate alle cellule della pelle. Sebbene il medico di solito possa capire di cosa si tratti dal suo colore leggermente giallastro, può confermare la diagnosi solo dopo aver studiato cosa c’è al suo interno. Se il medico sospetta che la cisti sia anormale e possibilmente cancerosa, può ordinare i seguenti test:

  • Ecografia per vedere cosa c’è dentro
  • Una biopsia per rimuovere una piccola quantità di tessuto dalla cisti e testarla
  • Una TAC se il medico ritiene che potresti aver bisogno di un intervento chirurgico per rimuoverla

Se una piccola cisti sebacea si ingrandisce e si infiamma, il medico può iniettarle un farmaco steroideo per ridurre il gonfiore. Un’altra opzione di trattamento è il drenaggio. In alcuni casi, potrebbe esserci necessità di farmaci antibiotici.

La rimozione può essere opportuna se provoca la caduta dei capelli o dà fastidio sotto gli indumenti. In alcuni casi, l’operazione potrebbe essere richiesta per pure ragioni estetiche. Nel corso dell’intervento, verrà somministrato un anestetico locale per intorpidire la pelle e una volta rimossa, è improbabile che si ripresenti.

Impostazioni privacy