Lenti a contatto per Miopia: come scegliere?

É possibile correggere la miopia indossando occhiali con apposite lenti graduate o utilizzando le lentine, sicuramente meno vistose e decisamente pratiche

Lenti a contatto per Miopia: come scegliere?
Immagine Pixabay | slavoljubovski
newsby Redazione12 Febbraio 2022


La miopia è un disturbo della vista che può insorgere già quando si è bambini, progredisce nel corso degli anni ed è sicuramente uno dei problemi più diffusi. É possibile correggere la miopia indossando occhiali con apposite lenti graduate o utilizzando le lentine, sicuramente meno vistose e decisamente pratiche. Tuttavia, poiché sul mercato c’è un’ampia scelta di lenti a contatto, non sempre è semplice scegliere quella giusta.

L’importanza di correggere la miopia fin da bambini

Correggere la miopia, anche se si tratta di una gradazione elevata, è possibile. È fondamentale occuparsi della correzione di questo disturbo visivo a ogni età, perché, quando l’occhio presenta delle alterazioni, si possono verificare dei danni alla retina e al nervo ottico.

Per rallentare la progressione della miopia fin da piccoli, scopri Stellest™, le nuove lenti Essilor® che, ad esempio, effettuano anche una correzione della vista. Non si tratta delle solite lenti, ma di un prodotto composto da microlenti invisibili che inviano un segnale alla retina per guidare la crescita oculare e rallentare la progressione della miopia.

Tuttavia, poiché la miopia è un difetto di refrazione per cui si vede correttamente da vicino, ma non si riescono a vedere nitidamente e a mettere a fuoco gli oggetti da lontano, questo disturbo può risultare molto fastidioso e può impedire ai più piccoli di vivere serenamente.

Per i bambini, quindi, è meglio puntare su degli occhiali con lenti specifiche, almeno fin quando non sono in grado di prendersi cura anche dell’igiene delle lenti, e lasciare le lenti a contatto per la miopia per gli adulti.

Rivolgersi a un professionista esperto per scegliere le lenti

Se si soffre di miopia, quindi, o si sospetta di avere questo disturbo della vista, è d’obbligo fare una visita da un oculista. Infatti, il professionista potrà fare un’analisi approfondita della cornea, anche per verificare se la miopia si accompagna ad altre problematiche, e potrà anche indicare la gradazione delle lenti a contatto più adatta.

La tipologia di lenti a contatto per miopia, poi, dovrà essere scelta sulla base di alcuni fattori, come il difetto visivo, caratteristiche dell’occhio, lavoro e attività svolta e considerando l’età. Le migliori lenti a contatto, quelle di ultima generazione offrono all’occhio una maggiore ossigenazione, possono essere bagnate e resistono alla disidratazione.

Inoltre, bisogna sapere che tra le lenti a contatto per miopia esistono quelle disposable (ovvero usa e getta) o giornaliere, che hanno tra i vantaggi la sicurezza e la comodità. Infatti, poiché le lenti vanno cambiate ogni giorno, non c’è bisogno di manutenzione e si avrà una lentina pulita e sterile ogni giorno.

C’è chi preferisce anche le lenti a contatto per miopia di tipo morbido che durano quindici giorni o un mese. In questo caso, però, si dovrà prestare cura dopo ogni utilizzo. Questa prevede l’uso di una soluzione unica, ovvero un liquido che ha la funzione di idratare, sterilizzare e sciogliere i residui, le mucoproteine, che si attaccano alla lente quando è indossata.

Il consiglio dell’oculista e dell’ottico è fondamentale per individuare il giusto tipo di lenti a contatto per miopia in grado di garantire comfort, qualità visiva e sicurezza.


Tag: Lenti a contattomiopia